Attualità Tv 27/02/2017 23:43 Notizia letta: 177 volte

Che bel Montalbano, in un covo di vipere

Puntata noir
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-02-2017/montalbano-covo-vipere-420.jpg

Roma - Una delle più belle puntate del Commissario Montalbano. Un covo di vipere, andato in onda stasera, su Rai Uno, ha riportato lo sceneggiato televisivo all'antica qualità, dopo anni di puntate lente, e di toni macchiettistici (le ultime produzioni sono state parecchio deludenti, per quanto baciate dal successo). 

Una puntata noir, dove il regista Alberto Sironi è riuscito a raccontare il macabro senza mostrarlo. Cosa piace del commissario Montalbano? Il suo essere duro e fragile insieme. E in questa puntata c'è finalmente un equilibrio fra ironia, costruzione del thriller, e racconto della Sicilia. 

Dubbi lascia la nuova Livia, interpretata da Sonia Bergamasco, mentre torna la città di Modica nelle location, ed esordisce la "villa del pretore" di Sampieri, come luogo del delitto, in sostituzione della mannara, la Fornace Penna di Pisciotto. 

Piace l'ironia di Zingaretti, costretto a fare i conti con superiori stupidi, presuntuosi, che non hanno la finezza di capire che a volte dietro un omicidio di interessi si può nascondere un omicidio d'amore. Un amore sbagliato. 

P.s.: La puntata è dedicata a Giacinto Ferro, morto il giorno di Natale. Ha interpretato il ruolo del Questore, mettendo in difficoltà Montalbano nella vicenda delle gelosie, fra "i soggetti A, B e C". Nonostante la malattia, ha retto il set con grande maestria. 

Redazione