Economia Modica 08/03/2017 11:58 Notizia letta: 5660 volte

Parte da un albergo la rinascita di Marina di Modica

Il rendering del progetto in fase di ralizzazione
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-03-2017/parte-albergo-rinascita-marina-modica-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-03-2017/1488971317-1-parte-albergo-rinascita-marina-modica.jpg&size=1002x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-03-2017/parte-albergo-rinascita-marina-modica-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-03-2017/1488971317-1-parte-albergo-rinascita-marina-modica.jpg

Modica - Se l’Africa è off limits per i problemi noti ai più, la Sicilia che guarda l’Africa è terra appetibile per i turisti di tutto il mondo in cerca di mare.

Il rendering che mostriamo ai lettori di Ragusanews è quello dell’albergo in costruzione a Punta Regiglione a Marina di Modica. Ma la notizia è altrove: un primario tour operator nazionale è interessato alla gestione della struttura che ospiterà, stando ai dati venuti in possesso del nostro giornale, 210 posti letto. Storia complessa e contraddittoria quella della frazione modicana, fatta di un grande lancio turistico negli anni Settanta, con l’arrivo dei tedeschi, e un progressivo ripiegamento verso l’idea di borgata di villeggiatura tranquilla, per modicani transumanti, ossequiosi della tradizione che li vede trasferirsi in campagna dopo la festa San Pietro, salvo concedersi il riposo d’agosto tra Marina e Maganuco.

Qui, a Punta Regiglione, che le carte nautiche hanno tradotto in un più comprensibile Punta Religione, costa antropizzata da case, villini, villaggi, nascerà -entro la fine dell’anno di grazia 2017- un albergo. Il fatto nuovo è appunto questo. Dalle case vacanza più o meno dichiarate al fisco a una struttura ricettiva che favorisca un ricambio continuo e strutturale della presenza turistica nella borgata. Nasce sulle ceneri di una discoteca-chalet che col suo nome esotico, Itaparica, ha fatto la storia della movida ragusana. In verità nasce non esattamente in luogo di Itaparica, ma dietro.

La struttura ricettiva è allocata infatti (i lavori sono in avanzata fase di realizzazione) al di qua della strada che prende il nome dal Laghetto, lato monte, quindi. Là dove era un tempo lo chalet sorgerà invece un ristorante e un’area attrezzata con un prato che avrà il compito di accompagnare l’orografia del sistema dunale.

La Sicilia gode di una congiuntura storica irripetibile. Con l’autoesclusione di Tunisia, Marocco, Turchia ed Egitto dall’orizzonte delle mete turistiche mondiali, l’Isola si candida a essere il riferimento più importante del Mediterraneo, se si esclude la diversa e frastagliata Grecia. L’investimento compiuto a Punto Regiglione, dietro la struttura di intrattenimento autorizzata nel 1996 ad una società di Augusta, è stato fatto un gruppo imprenditoriale in partnership con il gruppo Minardo. Albergo a monte, area attrezzata per la fruizione della spiaggia a valle della strada.

Entrerà in funzione nel 2018.

Giuseppe Savà