Attualità PALERMO 18/03/2017 15:47 Notizia letta: 95 volte

Musica: una Traviata nella Palermo Belle epoque al 'Massimo'

http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/18-03-2017/1489849206--news-ragusa.jpg&size=749x500c0

PALERMO, 18 MAR Una "Traviata" made in Palermo debutta domani sera alle 20,30 al Teatro Massimo, protagonista la giovanissima Jessica Nuccio, 32 anni, che torna nella sua città, scene e costumi di Francesco Zito, palermitano anche lui, applaudito in tutto il mondo. L'opera, tra le più amate e rappresentate, questa volta avrà un'innovazione, sottolineata dal direttore artistico Oscar Pizzo: un profumo, creato per l'occasione da Emanuel Ungaro e dal parfumer Alberto Morillas, per intenderci quello che ha creato le essenze per Chanel, Armani, Bulgari, e sarà diffuso in tutto il teatro per sottolineare alcune scene e accompagnerà il corso degli eventi.
    Il profumo prende il nome dalla protagonista, "Violetta Valery".
    Le scene sono un esplicito omaggio all'Art Nouveau che tanto successo ebbe a Palermo, nel secondo atto c'è una citazione della grande vetrata di Villa Malfitano e per il terzo si è fatto riferimento a degli schizzi del Basile. Si tratta dunque di un grande omaggio a Palermo e al suo teatro lirico, una Palermo della Belle Epoque che viene celebrata attraverso la musica di Verdi. La regia è di Mario Pontiggia, antica conoscenza del pubblico del Massimo che sottolinea la grande modernità dell'opera e la sua cifra di contestazione verso la morale borghese. Il soprintendente Francesco Giambrone si è detto "molto fiero di questo momento felice del Teatro che registra il tutto esaurito dall'inizio dell'anno e di questo spettacolo interamente pensato e costruito nei laboratori del Massimo, ma fiero anche della tournée in Giappone che attende Traviata e Tosca in primavera". Sul podio il giovane Giacomo Sagripanti alle prese con una delle partiture più belle e difficili di tutto il panorama lirico dell'Ottocento. Nel ruolo di Violetta si alterneranno Jessica Nuccio, Zuzana Markova e Maria Agresta, ma in Giappone andrà Desirée Rancatore. Alfredo sarà interpretato dall'argentino René Barbera e Flora sarà Piera Bivona. Nel ruolo di Germont padre, un grande ritorno, Leo Nucci, uno dei maggiori conoscitori dell'opera verdiana. Leo Nucci canterà il debutto e poi farà parte della tournée in Giappone. Nello stesso ruolo avremo Simone Piazzola, baritono emergente e marito della Nuccio, e Sebastian Catana. Spettacoli fino al primo aprile.
    (ANSA).
   

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1489060076-ecodep.gif