Attualità Tv 27/03/2017 16:17 Notizia letta: 672 volte

Tetti sui compensi messi dalla Rai. Montalbano a rischio?

E molte altre fiction
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-03-2017/tetti-compensi-messi-montalbano-rischio-500.jpg

Montalbano a rischio? Sembrerebbe di si. Almeno, stando all'allarme lanciato dal governo. Perchè il tetto di 240 mila euro lordi annui messo dalla Rai per i compensi di artisti e giornalisti di chiara fama, e che entrerà in vigore da aprile, potrebbe interessare anche Rai Fiction e Rai Cinema. Un allarme lanciato dai tecnici del ministero dell'Eonomia e di Palazzo Chigi e che potrebbe coinvolgere registi e sceneggiatori.

Ed è così che serie di grandissimo successo come Il Commissario Montalbano, quella sul Rinascimento e  su Elena Ferrante e perfino l'intramotabile Don Matteo, rischiano grosso a causa di questo limite importo dall'azienda. La questione è questa: Il 10 marzo, il governo ha assegnato alla Rai il servizio pubblico per i prossimi 10 anni, ma con un preciso mandato: palazzo Chigi vuole che la tv di Stato sostenga l'"industria dell'audiovisivo". Per questo dovrà co-produrre opere "di alta qualità", insieme a imprese con base in Italia.

Il contratto indicherà anche le quote vincolanti di film, serie tv, documentari che Rai dovrà acquistare o fabbricare. Il problema è che questo preciso mandato non potrà essere onorato se si mette un tetto di 240 mila euro per compensare star, registi e sceneggiatori. Insomma, non si può avere la Serie A e pagarla come la nazionale dilettanti.

I tecnici che stanno esaminando il dossier temono che il tetto possa toccare anche le opere che la tv pubblica fa sue con il pre-acquisto, ( Montalbano della Palomar). Pre-acquisto significa che Viale Mazzini vuole sapere che cosa ci sarà dentro una fiction, esercitando così il suo controllo editoriale, prima di comprarla. Può essere costretta a rispettare il vincolo dei 240 mila anche in caso di un semplice pre-acquisto? Il governo ha chiesto un parere urgente all'Avvocatura dello Stato sul caso. E si è dato tempo fino al 15 aprile per trovare una soluzione.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg