Economia Bandi 27/03/2017 20:35 Notizia letta: 333 volte

Una nuova via per gli appalti in Sicilia

Uno anche dell'asp di Ragusa
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-03-2017/appalti-sicilia-500.jpg

Una nuova verifica antimafia per tutte le imprese coinvolte negli appalti e nelle pubbliche forniture: è questa l'ultima novità per cercare di prevenire le infiltrazioni della criminalità in questo importante ambito dell'economia siciliana. Intanto, le amministrazioni continuano a pubblicare i bandi per portare avanti le proprie attività.

La Sicilia compie un passo avanti nella lotta alle infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici: nelle scorse settimane è stato infatti firmato un protocollo d'intesa per il rafforzamento dei controlli preventivi sulle imprese che partecipano alle gare in regione, che ha come protagonisti i prefetti di tutta l'Isola e il provveditore interregionale per le Opere pubbliche Sicilia-Calabria. La sigla all'accordo è avvenuta alla presenza della sottosegretaria alle Infrastrutture Simona Vicari e mira a rafforzare la collaborazione tra gli uffici territoriali del governo e il provveditorato.

Obiettivo legalità. Più in dettaglio, questo documento introduce una ulteriore verifica antimafia sia per le imprese aggiudicatarie delle gare che per quelle che compongono la filiera, che sarà obbligatoria per tutti gli appalti superiori alla soglia di 250mila euro. Come spiegato dagli enti, sarà rivolta particolare attenzione ai controlli sulla qualità del calcestruzzo utilizzato in corso d'opera.

Il punto sugli appalti in Sicilia. Questo accordo rappresenta dunque una nuova premessa nel campo degli appalti in Sicilia, con il doveroso obiettivo di favorire l'azione di prevenzione e contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nell'economia regionale, oltre che ovviamente di rilanciare l'intero comparto dei bandi e delle gare pubbliche. Un settore che, come è possibile vedere da una ricerca sul portale specializzato Appaltitalia, denota in questa fare una interessante vivacità, con un dinamismo che coinvolge tutte le province, Ragusa in testa.

L'intervento a Ragusa. Proprio sul territorio provinciale è attiva la gara a procedura aperta per la fornitura in noleggio operativo di attrezzature per Neurologia, avviata dalla Asp Ragusa; per la precisione, è prevista l’esecuzione del servizio di noleggio operativo, comprensivo di manutenzione full risk, della durata di cinque anni, con opzione di proroga per ulteriori 12 mesi, di tre elettroencefalografi e tre elettromiografi da destinare alle UU.OO. di Neurologia (Stroke Unit) della struttura ragusana.

I dettagli tecnici. Come si legge nei documenti tecnici a corredo del bando, l’ammontare complessivo dell’appalto viene stimato in 236.520 euro, compresa eventuale proroga di 12 mesi; la base d’asta, riferita all’importo quinquennale, è invece di 197.100, euro. Per partecipare le imprese hanno tempo fino al 19 aprile.

Aeroporti al centro dei bandi. In questa fase sono inoltre in corso due interessanti bandi che interessano due aeroporti della nostra regione. Il primo è l'appalto relativo ai lavori di riqualifica tetto aerostazione dell'Aeroporto Fontanarossa a Catania: si tratta di un intervento con importo a base di gara 1.113.196,87 euro di cui oneri per la sicurezza 27.422,30 euro non soggetti a ribasso, con scadenza dei termini fissata al 26 aprile.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1510733031-3-citroen.jpg

Lavori a Trapani. È invece di 150 mila euro l'importo della gara avviata per la realizzazione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di natura edile ed idrico sanitario relativo all'Aeroporto Civile "V. Florio" di Trapani Birgi, da realizzare in 24 mesi. In questo caso, i soggetti interessati possono presentare la propria offerta entro il 20 aprile.

Le assicurazioni per lo scalo di Palermo. Anche l'ultimo bando che segnaliamo ha a che fare con i voli: niente interventi di ristrutturazione né manutenzione, però, perché la gara avviata dalla Gesap ha come oggetto la procedura aperta per l'affidamento della copertura assicurativa della responsabilità civile del Gestore Aeroportuale di Palermo per la durata di 48 mesi. Come si legge nei documenti, il criterio scelto per l'aggiudicazione è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto tra qualità e prezzo nelle offerte giunte all'ente entro la scadenza del 20 aprile.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif