Cronaca Noto 31/03/2017 11:32 Notizia letta: 1765 volte

A Vendicari hanno avvistato il pericoloso pesce scorpione

Due giorni dopo la morte il suo veleno è attivo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/31-03-2017/vendicari-hanno-avvistato-pericoloso-pesce-scorpione-500.jpg

Noto - Primo avvistamento in Italia. Nella riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari. La segnalazione arriva da un team di ricercatori di Ispra, Cnr e dell’American University di Beirut che ne documenta l’osservazione sulla rivista BioInvasion Records.

Il pesce tropicale è uno sgradito ospite del Mediterraneo orientale da alcuni anni. Lo scorso ottobre era stato segnalato in acque tunisine. Originario del Mar Rosso e dell’Oceano Indiano e Pacifico, è stato introdotto in Florida, negli Usa, all’inizio degli anni '90, forse accidentalmente, e da quel momento ha invaso tutto il Mar dei Caraibi e buona parte delle coste Atlantiche occidentali. L’impatto ecologico è stato devastante: il pesce scorpione in questi habitat non ha predatori naturali ed è quindi molto aggressivo.

E' una specie pericolosa anche per l’uomo a causa del potente veleno delle sue spine che rimane attivo fino a due giorni dopo la morte. La pericolosità della specie resta elevata anche su esemplari pescati da diverse ore: la specie è commestibile, ma nelle operazioni di pulizia bisogna stare attenti a non pungersi. L’Ispra invita chiunque abbia catturato o avvistato un pesce scorpione in Italia a segnalarlo all’indirizzo alien@isprambiente.it.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif