Attualità Ragusa 07/04/2017 19:12 Notizia letta: 742 volte

L'amministrazione di Ragusa taglia il doposcuola, tensione in consiglio

Un gruppo di cittadini è intervenuto ieri sera in consiglio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-04-2017/amministrazione-ragusa-taglia-doposcuola-tensione-consiglio-500.jpg

Ragusa - L'amministrazione comunale di Ragusa decide di sopprimere il servizio di doposcuola e le attività integrative nelle classi della scuola dell'obbligo e in consiglio si riversano mamme, genitori e sindacati. E' quanto accaduto ieri sera in consiglio comunale a Ragusa. A fatica, i vigili urbani hanno tenuto un gruppo di cittadini che non ha gradito la decisione presa dalla giunta Piccitto.

I genitori avrebbero voluto parlare con l'assessore ai servizi sociali, Domenico Leggio, che per tutta risposta ha lasciato l'aula. Assente anche il sindaco, Federico Piccitto. A difendere la protesta, i consiglieri comunali Sonia Migliore, Giorgio Massari, Giovanni Iacono ed Elisa Marino: sostanzialmente, chiedono il perchè di una simile decisione. La situazione resta tesa perchè dopo il nulla di fatto di ieri sera, i genitori e il personale hanno deciso di tornare in aula durante la prossima seduta del consiglio comunale.

La decisione di tagliare il doposcuola è stata presa per mancanza di fondi: non ci sarebbero risorse sufficienti per pagare la cooperativa che gestisce questo servizio. Anche i sindacati hanno criticato questo provvedimento.

Sulla questione intervengono anche i consiglieri comunali del Pd Mario D’Asta e Mario Chiavola, che chiedono di sapere: "Per quale motivo l’amministrazione comunale intende interrompere la positiva esperienza". Sulla stessa linea anche Elisa Marino e Sonia Migliore: "Viene interrotto un servizio ‘storico’ che dura da 35 anni, importantissimo, di supporto ai bambini e alle loro famiglie, più di 30".

 

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1498126104-3-samot.gif