Cronaca Vittoria 07/04/2017 12:27 Notizia letta: 3842 volte

L'imprenditrice vittoriese. Di capi contraffatti

Un bazar in casa sua
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-04-2017/imprenditrice-vittoriese-capi-contraffatti-500.jpg

Ragusa - Un laboratorio per produrre capi di abbigliamento contraffatti. I finanzieri di Ragusa hanno individuato un’attività gestita da una vittoriese dedita alla commercializzazione di capi d’abbigliamento, scarpe e borse riportanti marchi protetti.

La donna pubblicizzata ampiamente sul web, tramite due profili del social network Facebook, riconducibili all’indagata, la sua attività illecita. Si procacciava clientela anche tramite messaggi privati e proponeva di recarsi sul posto per vedere e provare i capi. 

In seguito ad una perquisizione domiciliare disposta dall’Autorità Giudiziaria, è stato quindi individuato un vero e proprio “bazar”, con una stanza dedicata a spazio espositivo e di accoglienza dei clienti, dove sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro circa 150 capi di vestiario riportanti la riproduzione illecita di noti marchi, quali “O-BAG”, “LIU-JO”, “GUCCI”, “ARMANI JEANS”, “ADIDAS”, “NIKE”, “RAY BAN”, “PRADA”, “MOSHINO”.

Dall’analisi dei citati profili Facebook è stato possibile ricostruire l’avvio dell’attività illecita almeno dal mese di gennaio, con forniture settimanali costanti di prodotti contraffatti via corriere, per un totale di circa 2 mila prodotti.
Durante la perquisizione, inoltre, è stata acquisita un’agendina contenente parte degli incassi in contanti percepiti.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1498126104-3-samot.gif