Lettere in redazione Modica 27/04/2017 11:34 Notizia letta: 1187 volte

Omissione di soccorso, una notizia falsa

Riceviamo e volentieri pubblichiamo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-04-2017/omissione-soccorso-notizia-falsa-500.jpg

Modica - Egregi Direttori,
formulo la presente in nome, per conto e nell’interesse del sig. Iemmolo Nunzio, nato a Modica il 25/03/1942, che mi ha conferito espresso incarico per significarVi quanto segue.
La notizia pubblicata in data 01 marzo 2017 sui Vostri giornali nonché trasmessa sui telegiornali da Voi diretti relativa alla presunta “Omissione di soccorso dopo un incidente verificatosi in Modica il 24/02/2017”, riporta fatti che non corrispondono alla realtà. In particolare, nei Vostri articoli il mio assistito viene descritto come responsabile del reato di cui all’art. 189 CDS per aver provocato in data 24 febbraio c.a. un incidente con ferito, nonché come responsabile di “omissione di soccorso e fuga”.
Dalle indagini svolte dal Pubblico Ministero e da questa difesa è emerso che il mio assistito in quella circostanza, nell’effettuare una manovra di parcheggio con la propria autovettura (modello Daewoo Matiz), urtava leggermente l’autovettura (modello Mercedes) parcheggiata a ridosso della sua, provocando danni materiali del tutto irrilevanti. Ma v’è di più, poiché in quell’occasione il sig. Iemmolo, non solo si fermava per accertarsi dei danni arrecati e per fornire le proprie generalità alla passeggera dell’autovettura Mercedes, ma soprattutto, si allontanava solo dopo che quest’ultima gli riferiva che non era necessaria la sottoscrizione della Costatazione Amichevole (c.d. C.A.I. o C.I.D.) perché né lei, né tantomeno l’autovettura avevano riportato conseguenze a seguito dell’urto.

Nel corso delle indagini, sono stati ascoltati dei testimoni oculari che hanno confermato la dinamica sopra descritta, tant’è che il procedimento penale a carico del mio assistito è stato archiviato. Difatti, il P.M. che ha richiesto l’archiviazione, ha sostenuto che “non vi sono elementi che consentano di concludere per la responsabilità dell’indagato; le persone presenti al sinistro hanno infatti confermato come lo stesso si sia fermato ed abbia adempiuto a tutti gli obblighi previsti dal codice della strada.” Anche il G.I.P. del Tribunale di Ragusa, nel disporre l’archiviazione del procedimento, ha condiviso la motivazione di archiviazione “specialmente alla luce di uno dei testimoni oculari che ha escluso che l’indagato omettesse di fermarsi e di prestare soccorso alla denunciante”.
La Polizia Municipale di Modica, a seguito di apposita istanza presentata dal sottoscritto Avv. Giuseppe Rustico, restituiva la patente di guida al sig. Iemmolo e annullava il relativo verbale.
Alla luce di quanto esposto, è del tutto evidente che è stato erroneamente contestato al sig. Iemmolo il reato di cui all’art. 189 Codice della Strada così come la sanzione di cui all’art. 141 del Codice della Strada riguardo alla velocità tenuta.
Pertanto a norma della legge sulla stampa, Vi invito a provvedere immediatamente alla rettifica della notizia riportata che attribuisce atti lesivi della dignità del mio assistito e contrari a verità, provvedendo altresì a mantenere in prima pagina la notizia con la stessa evidenza dell'articolo citato e con la chiara evidenza della errata denuncia dei fatti.
Con espresso avvertimento che in caso contrario, nostro malgrado, saremo costretti a ricorrere all’Autorità Giudiziaria per la tutela dei diritti del mio assistito che allo stato si riserva di azionare sia in sede civile che penale.

Avv. Giuseppe Rustico
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif