Attualità Palermo 01/05/2017 11:36 Notizia letta: 3284 volte

Il Papa confermi Giovanni Salonia Vescovo vicario

E dia uno schiaffo ai corvi
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/01-05-2017/papa-confermi-giovanni-salonia-vescovo-vicario-500.jpg

Palermo - Lettere, più o meno anonime, inviate al Papa per dirgli che ha sbagliato nel nominare padre Giovanni Salonia all'ufficio di Vescovo Vicario di Palermo, vice di don Lorefice. L'accusa? Padre Salonia pecca di modanità!. 

La nomina di Giovanni Salonia, teologo e psicologo, era stata letta da molti uomini e donne come “segno dei tempi”, come segno dell’urgenza di rinnovamento umano e pastorale di una “chiesa in uscita”, lontano dalle vecchie logiche clericali. Quella nomina era stata vista come segno della volontà di uscire da un cattolicesimo asfittico, ripetitivo, incapace di ascoltare le coscienze delle persone, in una realtà in continua trasformazione. Era il segno di una attenzione alle “periferie esistenziali”, di cui parla spesso papa Francesco. Era il segno di un voler uscire dal torpore delle sacrestie.

Padre Salonia ha rinunciato all'ordinazione episcopale. Nella sua lettera parla di “sentimenti negativi” che avrebbe suscitato nella diocesi la sua nomina e della decisione di non volere il proprio ministero a Palermo “inquinato”. Insomma, possiamo parlare, apertis verbis, di veleni che scorrono nelle vene della chiesa panormita, guida delle chiese di Sicilia.

Ci dica a questo punto cosa sta accadendo, Don Lorefice, visto che la chiesa si muove nello spazio pubblico. E, se ritiene opportuno farlo, difenda le ragioni, sicuramente ottime, che l’hanno portato a individuare il frate cappuccino come suo vicario. Una chiesa che mostri, ma chiaramente, senza silenzi eccessivi, il suo volto problematico può essere una buona compagna di viaggio anche per chi percorre altre strade.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1498126104-3-samot.gif