Attualità Taormina 04/05/2017 22:26 Notizia letta: 421 volte

Taormina Film Festival, addio divi del cinema

Tutto slitta a luglio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-05-2017/taormina-film-festival-addio-divi-cinema-500.jpg

Taormina - Sarà una edizione casalinga ma dignitosa, così assicurano a Taormina. Risolti i contratti di Russell Crowe, Al Pacino, Tim Robbins e altri artisti internazionali dopo la decisione del Tar che ha annullato la gara d’appalto vinta da Videobank. Adesso si procederà ad un’organizzazione interna per il Taormina Film Festival, edizione 2017. E la notizia è che il Festival si terrà in luglio e non in giugno. 

La società Videobank ha detto definitivamente addio, per quest’anno, all’organizzazione del Taormina Film Fest annullando «tutti gli accordi riguardanti ospiti e proiezioni». Addio al presidente della giuria del festival Russel Crowe ma anche ad Al Pacino, Francis Ford Coppola, Tim Roth, Price Bosnan , Tim Robbins, Matthew Modine. La decisione giunge dopo la sentenza del Tar di Catania che ha annullato la gara d’appalto in seguito al ricorso della società di Tiziana Rocca Agnus Dei.

"Stiamo procedendo ad un’organizzazione interna per la prossima edizione del Taormina film festival dopo la decisione della magistratura che ha escluso entrambe le contendenti alla gestione della kermesse", dice Ninni Panzera, segretario generale del comitato di Taormina Arte che organizza il festival del cinema nella città del centauro. 

La rassegna slitta a luglio, dal 6 al 9, qualche giorno dopo la serata dei Nastri d'argento, con un'edizione "di transizione" con un budget come minimo contenuto. Per sapere il costo, che sarà finanziato in massima parte dalla Regione, bisogna aspettare una bozza di programma.

"A partire da domani avvierò i contatti istituzionali per porre le basi del festival - dice Panzera nel suo nuovo rulo di coordinatore dell'organizzazione - Abbiamo costitutito un comitato che metet assieme varie categorie, dall'associazione dei festival siciliani, rappresentato da Siino Caracappa, all'Anec con Paolo Signorelli. Ci avvarremmo delle professionalità di TaoArte, cosa che ci consentirà di contenere le spese".

E il programma? Cinema nazionale ma anche internazionale e si studia l'ipotesi di un piccolo concorso. "Aspettando tempi migliori".

Redazione