Economia Elettronica di consumo 15/05/2017 13:13 Notizia letta: 555 volte

Borsa e nuove acquisizioni, la strategia di Unieuro per la crescita

Una rete di distribuzione capillare
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-05-2017/borsa-acquisizioni-strategia-unieuro-crescita-500.jpg

 È già uno dei gruppi distributivi leader nel mercato dei consumer electronics, del bianco e del Ped in Italia, ma l'obiettivo ora è diventare ancora più importanti sul territorio nazionale. Il primo passo è stata l'acquisizione dei negozi Andreoli, leva per la diffusione nel Centro del Paese, e poi soprattutto l'ingresso in Borsa nella sezione di Piazza Affari dedicata alle "matricole".

Si amplia la rete di Unieuro. Parliamo di Unieuro, storica catena forte di 450 punti di vendita in tutto lo Stivale, in grado di fatturare 1,7 miliardi di euro con una capitalizzazione comunque limitata a 220 milioni. Nel mese scorso, il gruppo ha come accennato rilevato in concordato preventivo un ramo d'azienda di Andreoli S.p.A., che operava opera con il marchio Euronics nel Lazio meridionale, in Abruzzo e Molise, realizzando nel 2015 vendite al dettaglio di circa 94 milioni di euro con marginalità positiva, occupando oltre 300 addetti.

Una leva per il Centro Italia. Con questa acquisizione, il brand ha anche preso possesso di 21 punti vendita diretti, che ora saranno sottoposti a un rilancio che include come primo passo l’adozione del marchio Unieuro, il riallestimento degli spazi, il riassortimento di prodotti e l’introduzione di nuovi sistemi informativi, con l’obiettivo di raggiungere nell’arco massimo di due anni gli obiettivi di fatturato (oltre 100 milioni di euro a regime) e redditività prefissati.

Consolidare la posizione. Si tratta della terza acquisizione per importanza nella storia di Unieuro, costata 12,2 milioni di euro, e secondo le previsioni dell'amministratore delegato Giancarlo Nicosanti Monterastelli l'impatto sulla compagnia sarà notevole, con un incremento immediato del 12% della rete diretta senza sovrapposizioni significative. Un'azione fondamentale per confermare il brand come principale consolidatore omnicanale dell’elettronica di consumo in Italia e per mantenere un ruolo da protagonista in un mercato altamente frammentato come quello della tecnologia.

Sviluppare l'eCommerce. Oltre ai negozi fisici, infatti, Unieuro sta continuando a sviluppare anche le vendite online, intercettando le crescenti esigenze e preferenze dei consumatori italiani, che stanno dimostrando di apprezzare sempre più i vantaggi offerti dal Web. E aumenta anche la consapevolezza delle possibilità di risparmio che sono ricercabili in Internet, come i codici sconto o i coupon presenti sulla piattaforma Piucodicisconto realizzata dal gruppo Tikato.it, che presenta una sezione specifica proprio per le offerte di sconto sugli acquisti Unieuro.

Il segmento Star accoglie Unieuro. La strategia di sviluppo della compagnia italiana ha avuto poi un altro momento importante nel debutto a Piazza Affari, nel segmento STAR del Mercato MTA di Borsa Italiana, ovvero quello dedicato alle medie imprese con capitalizzazione compresa tra 40 milioni e 1 miliardo di euro, che si impegnano a rispettare requisiti di eccellenza in termini di trasparenza, corporate governance e liquidità.

Un debutto inferiore alle attese. Sempre nel corso di aprile infatti si è concluso il collocamento istituzionale dei titoli, che ha portato a una capitalizzazione di 220 milioni di euro, quota inferiore rispetto al minimo inizialmente ipotizzato, con 6,3 milioni di titoli messo sul mercato (rispetto agli 8,5 milioni indicati come ammontare massimo disponibile da parte dell'azionista venditore). Archiviato il Collocamento Istituzionale, il flottante sarà pari al 31,8% del capitale sociale di Unieuro, che come spiegato dagli esperti potrà salire al 35% in caso di integrale esercizio dell'Opzione Greenshoe.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif