Economia Professioni 19/05/2017 19:11 Notizia letta: 352 volte

Quanti avvocati in Sicilia, più 112 per cento in dieci anni

L'istantanea del Sole 24 Ore
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-05-2017/quanti-avvocati-sicilia-cento-dieci-anni-500.jpg

Palermo - A Palermo in dieci anni sono più che raddoppiati: ce ne sono 43,8 ogni 10mila cittadini. A Catania un boom: i legali sono il 133 per cento in più rispetto al 2007. I ragionieri? Sempre meno: a Palermo sono calati dell’11,6 per cento (5,4 ogni 10mila abitanti): ma dando uno sguardo di insieme diminuiscono in tutte le province siciliane. In Sicilia crescono gli psicologi, con punte record a Catania (più 254 per cento) Caltanissetta (più 209 per cento) ed Enna (più 148 per cento).

Gli avvocati crescono dappertutto sia in Italia sia in Sicilia. Segno che la professione è in buona salute? No! Purtroppo negli anni la figura ha perso prestigio e mentre nessuno si sognerebbe di andar via dallo studio di un medico senza pagare, molti ritengono di poterlo fare se sono in uno studio legale. La concorrenza, legata pure ad iniziative pericolose come l’outlet dell’assistenza legale che promette tariffe basse, non aiuta. 

Stando ai numeri del Sole 24 ore, a perdere iscritti sono soprattutto le categorie di geometri e ragionieri: a Palermo i ragionieri sono l’11 per cento in meno rispetto al 2007, a Catania l’8,4. I commercialisti anche a Palermo risultano in crescita: più 44 per cento.

Tra le professioni in crescita quella medica, un must. Ma sono in aumento pure gli psicologi: a Palermo sono 2,1 ogni 10mila abitanti a Enna 5,7. Tornando agli avvocati, oggi l’albo trabocca e c’è stato un calo sostanziale dei redditi. Il 50 per cento degli avvocati ha un reddito lordo inferiore a 20mila euro. Si è creato un collo di bottiglia che non fa bene a nessuno, perchè i giovani non riescono ad affermarsi e c’è stato un abbassamento dei redditi generale di circa il 40 per cento.

Redazione