Cronaca Vittoria 20/05/2017 13:29 Notizia letta: 1455 volte

Infiltrazioni mafiose a Vittoria: la relazione del procuratore Zuccaro

C'è ma non si vede
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-05-2017/infiltrazioni-mafiose-vittoria-relazione-procuratore-zuccaro-500.jpg

Vittoria - Nel corso dell’audizione del 9 maggio davanti alla Commissione parlamentare antimafia, il procuratore distrettuale Carmelo Zuccaro ha dedicato una parte del suo intervento alle problematiche della criminalità organizzata, in particolare quella di stampo mafioso, in provincia di Ragusa.

Il procuratore si è soffermato sulle problematiche che riguardano i territorio di Comiso e Vittoria e, nello specifico, ha fatto nomi e cognomi durante l’audizione: il vittoriese Claudio Carbonaro, vecchio esponente della Stidda, è tornato a casa e vorrebbe rivendicare lo spazio perduto. Le famiglie che operano a Catania starebbero sconfinano nei territori di Vittoria e Comiso.

I referenti di Cosa nostra e della Stidda vorrebbero dunque dettare le regole e stabilire affari. Nessuno, da Vittoria, sembra voler commentare queste parole del procuratore, nemmeno chi ha subito gravi attentati negli ultimi tempi.

Il sindaco Giovanni Moscato, secondo quanto riportato da Giuseppe La Lota su La Sicilia, precisa di aver fatto a suo tempo una pubblica dichiarazione a Radio Rai circa l’ex pentito Claudio Carbonaro, non riuscendosi a spiegare come mai un ex collaboratore di giustizia che con le sue dichiarazioni ha consentito l’arresto di centinaia di persone potesse ritornare sul territorio per coltivare interessi.

Che a Vittoria ci siano settori economici profondamente infiltrati che passano dal mercato ortofrutticolo a quello dei trasporti, alla produzione di imballaggi, al trattamento della plastica dismessa dalle serre, è una cosa abbastanza nota. Sulla relazione di Zuccaro, anche il presidente del consiglio della città, Andrea Nicosia, spiega che l’attenzione della città su questo grave fenomeno resta alta. Infine, Eliana Giudice, leader dell’Associazione antiracket di Vittoria, dichiara che la situazione di Vittoria non lascia certo dormire sonni tranquilli. La ‘ndrangheta, inoltre, starebbe puntando l’attenzione su Palermo, Catania e Vittoria per il traffico internazionale di droga.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif