Attualità Noto 21/05/2017 11:54 Notizia letta: 931 volte

L'Infiorata, nel segno di Grace Kelly. VIDEO

150 mila spettatori nel 2016 in Via Nicolaci
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-05-2017/linfiorata-segno-grace-kelly-video-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-05-2017/1495361188-1-linfiorata-segno-grace-kelly.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-05-2017/linfiorata-segno-grace-kelly-video-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-05-2017/1495361188-1-linfiorata-segno-grace-kelly.jpg

Noto - Il fascino regale del principato di Monaco sposa il barocco Unesco di Noto. E' dedicata al piccolo principato monegasco l’edizione 2017 dell’Infiorata che anima in questo fine settimana il cuore del “giardino di pietra” con un tappeto di petali. Profumi e colori si snodano lungo i 122 metri di via Nicolaci, con i suoi balconi intarsiati e i palazzi dorati, dove i 16 quadri di fiori sono dedicati a “Sogni e colori del principato di Monaco” in occasione del 38° anno della manifestazione del Comune netino, che si chiude stasera. 

Un manto colorato di quasi 200mila fiori tra cui garofani, genzane e crisantemi che arrivano dalle serre del Ragusano nella notte del lunedì. Ad attenderli anche quest’anno 200 maestri infioratori tra cui la netina Cettina Perricone che quest’anno ha firmato il bozzetto che conclude lo spettacolo di via Nicolaci: il quadro istituzionale del Comune che annuncerà l’edizione 2018 intitolata alla Cina. Ogni anno, infatti, la manifestazione è legata a un tema che diviene il fil rouge delle opere realizzate da vari artisti mescolando petali e fantasia. Sabato un delegato dell'ambasciata cinese era a Noto col sindaco Bonfanti per un sopralluogo. 
Il lavoro di preparazione inizia due mesi prima con la redazione dei disegni da consegnare al Comune ed entra nel vivo il primo giorno della seconda settimana di maggio secondo un’usanza tutta netina iniziata nel 1979.
«Una volta giunti i fiori, si procede al loro taglio e alla delicata fase della cosiddetta “spetalatura “– spiega l’infioratrice Cettina Perricone – ma ciò accade solo dopo aver disegnato il bozzetto con gesso e calce nel riquadro assegnato a ogni artista lungo la via Nicolaci. Poi si lavora tutta la notte per realizzare i riquadri di fiori che dovranno essere pronti il sabato mattina quando sarà inaugurata la manifestazione aprendo al pubblico la storica strada».

Tra i petali anche semi, foglie e altri elementi vegetali che ogni maestro infioratore sceglie per creare nuove sfumature di colore o aggiungere tocchi di fantasia al disegno contornato dal nero della torba. Il risultato finale è un’opera d’arte esaltata dal barocco dorato della storica via sulla quale troneggia la chiesa di Montevergini. Uno spettacolo che, lo scorso anno, ha accolto oltre 150mila visitatori incantati tra i disegni profumati e i palazzi Unesco di Noto.
Quest’anno il glamour del principato di Monaco ha ispirato l’Infiorata dove tra i 16 bozzetti vi sono quelli dedicati alla principessa Grace Kelly, al festival del circo, al Gran premio e, ancora, al casino di Montecarlo. Simboli del principato retto da Alberto che è cittadino onorario di Noto. 

Redazione