Appuntamenti Verona 22/05/2017 12:05 Notizia letta: 172 volte

E Picasso disse: piccolopiccolo, grandegrande

Mostra di Giombarresi
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-05-2017/picasso-disse-piccolopiccolo-grandegrande-500.jpg

 Comiso - “Piccolopiccolo Grandegrande”, da una definzione che di lui diede Pablo Picasso. E' l’originale e suggestivo titolo della mostra retrospettiva dedicata al pittore Francesco Giombarresi e ospitata a Verona presso la sede del Banco Bpm. La mostra, curata da Daniela Rosi, consiste nell’esposizione di duecento miniature, i cosiddetti “quadri-francobollo” che hanno caratterizzato buona parte della produzione pittorica di Giombarresi, scomparso nel 2007. Una retrospettiva, nell’anno del decennale della morte, che ridesta l’attenzione su un pittore “irregolare”, autodidatta, formatosi lontano dalle accademie, ancora più distante dai salotti civettuoli ma “buoni” che introducono nei “circuiti virtuosi” del mondo dell’arte. Francesco Giombarresi, nato da famiglia contadina,
semi analfabeta, era tuttavia attratto dalla pittura, c’era in lui una sete di conoscenza, una curiosità intellettuale, che lo ha portato a divorare libri, a scrivere versi e trattati, a progettare macchinari ed eseguire esperimenti chimici, farà perfino da comparsa (la salma dentro la cassa) nel film “L’uomo delle stelle”, ma soprattutto ha dipinto. Ha iniziato a 12 anni e non si è più fermato. La sua pittura istintiva è stata notata e apprezzata da Picasso, Fiume, Guttuso e Sciascia. Ha dipinto grandi tele, e piccolissimi quadri, i più piccoli da uno a quattro centimetri. Una vasta selezione di questi ultimi sono in mostra a Verona, in ognuno si può leggere l’universo di Giombarresi.

Redazione