Economia Ragusa 03/06/2017 17:23 Notizia letta: 671 volte

Chiudono le Coop, un'indagine da Tenente Colombo

Problemi di management?
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-06-2017/chiudono-coop-unindagine-tenente-colombo-500.png

Ragusa - Nel 1987 Peter Falk fu subissato di denaro per fare il testimonial della pubblicità televisiva Coop. Il tenente Colombo lo avrebbe spiegato a sua moglie, quanto era conveniente la spesa in quei supermercati. Oggi l'annuncio della possibile chiusura dell'Ipercoop di Ragusa, a 10 anni dalla sua apertura, e dopo i cento licenziamenti dei dipendenti Coop della Primo Maggio e della 25 aprile, Coop storiche iblee. 

83 famiglie potrebbero finire sul lastrico. Esistono due mondi, quello della cooperazione di consumo e quello della distribuzione organizzata. Si chiamano Coop e Conad. Le coop sono le Ipercoop Sicilia e comprendono le sedi di Milazzo, di Catania (che ne conta due), di Ragusa e di Palermo che ne conta anch’essa due. Queste aziende agiscono sotto il marchio coop, ma sono Spa che si stanno trasformando in cooperative. In realtà, questa trasformazione sta avvenendo sotto forma di fusione tra queste Spa e la Coop di Villanova di Castenaso, l’Alleanza 3.0, con un fatturato di 5-6 miliardi di euro. 

Alleanza 3.0 nasce dalla fusione di tre cooperative: Nordest, Adriatica ed Estense. La Coop decise di fare degli investimenti nel Mezzogiorno dodici anni fa, avendo molto coraggio e creando un’alleanza di cooperative del Nord Italia che investirono in Sicilia circa 600 milioni di euro.

Il secondo settore è costituito dalle Conad, la cui base associativa è costituita da supermercati condotti da imprenditori che si associano alla Coop. Le Conad acquistano le merci presso i due centri di distribuzione siciliani che si trovano uno a Partinico e l’altro a Modica. Poi, questi centri rilasciano agli imprenditori la fattura per le merci comperate che sono rivendute, poiché il marchio Conad dà loro il diritto di approvvigionarsi presso uno dei due centri.

Il surplus resta all’imprenditore, che riceverà anch’egli degli sconti a fine anno per le merci acquistate. Gli imprenditori che stanno in Conad Sicilia sono 400/450, diffusi in tutta l’Isola e gestiti come imprenditori individuali o come società di capitali o di persone, per cui il  loro personale è dipendente non della coop ma dall’imprenditore. 

Il sistema delle Coop è ora al collasso. L'azienda ha consegnato ai sindacati la comunicazione preventiva di avvio della procedura di mobilità per 273 lavoratori in esubero, di cui 83 afferenti al centro Ipercoop di Ragusa. I dati economici dell'ultimo quinquennio hanno registrato una perdita di 102,8 milioni di euro. Numeri pesanti, che fanno presagire a un ulteriore taglio di posti di lavoro, dopo i 100 licenziamenti operati nel ragusano appena tre anni fa. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1498126104-3-samot.gif