Attualità Chiaramonte Gulfi 13/06/2017 20:18 Notizia letta: 3521 volte

Elezioni a Chiaramonte, si va verso il riconteggio?

Un tira e molla in serata
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-06-2017/elezioni-chiaramonte-riconteggio-500.jpg

Chiaramonte Gulfi - La notizia è clamorosa, con annunci e smentite. Stasera il comitato elettorale di Gaetano Iacono ha fatto sapere che subito dopo la proclamazione del nuovo sindaco di Chiaramonte Gulfi, Sebastiano Gurrieri, prevista per mercoledì a mezzogiorno, potrebbere chiedere di riconteggiare le schede del voto amministrativo.

  

Secondo i rappresentanti della lista di riferimento del candidato sindaco Gaetano Iacono, infatti, in alcune delle sezioni, al momento dello spoglio, non sarebbe stato applicato il cosiddetto 'effetto trascinamento'. E’ la disposizione della nuova legge elettorale in Sicilia che permette al candidato sindaco di fruire, ‘per trascinamento’ appunto, del voto dato a un suo consigliere o alla lista che lo sostiene, anche quando l'elettore non indica con una "croce" ad hoc la sua preferenza per il sindaco collegato. 

In sostanza, semmai davvero non fosse stato applicato tale principio durante lo spoglio della stragrande maggioranza delle sezioni di Chiaramonte, le schede dovranno essere necessariamente riconteggiate. Sono al lavoro i legali del candidato sindaco giunto terzo, per valutare gli estremi del ricorso. Sindaco, è stato eletto con 1359 voti, Iano Gurrieri che ha 8 consiglieri in aula. Secondo, con 1221 voti, è arrivato Mario Cutello e le sue liste saranno rappresentate in consiglio. Terzo, è Gaetano Iacono con 1213 voti e le sue liste non sono rappresentate in consiglio. 

In serata lo stesso Gaetano Iacono è intervenuto, per chiarire che la questione è più complessa, perchè a parere di alcuni legali consultati, riguarderebbe il trascinamento al contrario, ovvero i voti dati al sindaco e non attribuiti alle liste collegate. Il che sarebbe comunque pleonastico. Al momento, il ricorso annunciato pare proprio essere stato messo in stand by. 

Redazione