Attualità Palermo 15/06/2017 11:56 Notizia letta: 251 volte

Palermo, la candidatura di La Vardera era un documentario per Mediaset

Un bluff?
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-06-2017/palermo-candidatura-vardera-documentario-mediaset-500.jpg

Palermo - Stranezze elettorali che non finiscono con la proclamazione di un sindaco. A Palermo, un caso è scoppiato attorno alla candidatura di Ismaele La Vardera, il giovane inviato de "Le Iene" divenuto famoso grazie ad un'inchiesta di qualche anno fa trasmessa su Telejato e poi ripresa da Mediaset, da cui poi è nato anche un libro.  La Vardera, infatti, si sarebbe candidato al solo scopo di girare un documentario sulla politica.

E’ questa l’ipotesi che gira a Palermo dopo la rissa  tra Francesco Benigno, attore di "Mary per sempre" e  La Vardera, al comitato elettorale con l’arrivo dei carabinieri e delle ambulanze. Le reazioni su questa presunta fiction che mediaset potrebbe acquistare non sono tardate.

Francesco Vozza, coordinatore di Noi con Salvini per la Sicilia Occidentale, che appoggiava la candidatura del giovane La Vardera, ha dichiarato che "Se tutto quello che sta emergendo in queste ore fosse vero, se davvero La Vardera ha ordito un complotto assieme alle Iene per prendere in giro gli elettori palermitani, allora tanto per cominciare questo signore dovrebbe immediatamente restituire i soldi incassati dai cittadini e dai politici che lo hanno sostenuto".

La lite tra Benigno e La Vardera, scoppiata nel comitato elettorale di via Ausonia, sarebbe nata proprio per questo motivo. Benigno, infatti, avrebbe raccontato ad altri militanti di aver saputo che la candidatura di La Vardera era fasulla e che gli serviva solo per girare un documentario sul mondo della politica. Sul web, il caso sta spopolando. Il commento più benevolo è questo: "La Vardera si vergogni".

Irene Savasta