Giudiziaria Biancavilla 21/06/2017 14:13 Notizia letta: 775 volte

Aria iniettata nelle vene. 55 morti sospette in ambulanza

Morte telecomandata
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-06-2017/aria-iniettata-vene-morti-sospette-ambulanza-500.jpg

Biancavilla - Uno squarcio macabro si apre sulla vicenda delle morti sospette di Biancavilla. Dal 2012 a oggi sarebbero state 55 le morti indotte su pazienti terminali. Oggi c'è un'inchiesta della Procura di Catania e dei carabinieri di Paternò. Fino a qualche giorno fa c'era solo un servizio della trasmissione Mediaset Le Iene.

Tutto nasce dalle accuse di un collaboratore di giustizia, che prima ha rivelato il business del caro estinto ai giornalisti di Italia Uno, ora ha iniziato a parlare davanti ai magistrati. 

I militari dell'Arma hanno sequestrato cartelle cliniche e tabulati di pazienti ricoverati all'ospedale Maria Santissima Addolorata. Persone in fin di vita, che sarebbero morte nel tragitto dal nosocomio alle loro abitazioni. Grazie a una iniezione letale di ossogeno. 

I barellieri avrebbero ottenuto un guadagno di 300 euro a paziente terminale ucciso se avessero proposto i funerali a una specifica agenzia funebre, in odor di mafia. 

Oggi si apprende che il numero di malati terminali uccisi con questo metodo sarebbe di 55. Un incubo, un inferno. A Biancavilla. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1511111429-3-torre.gif