Attualità Palermo 09/07/2017 22:29 Notizia letta: 248 volte

Cancelleri candidato Governatore in Sicilia

Allineato a Grillo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-07-2017/cancelleri-candidato-governatore-sicilia-500.jpg

Palermo - Le previsioni non sono andate disattese. Il voto on line delle Regionarie del M5S hanno decretato che il candidato alla presidenza della Regione Sicilia che ha più chance di vincere rispetto ad altri, è il nisseno Giancarlo Cancelleri. Per i pentastellati, accorsi oggi pomeriggio a Palermo per la comunicazione ufficiale del voto su piattaforma on line, il candidato che potrebbe "consegnare" l'isola al Movimento di Grillo e Casaleggio, entrambi presenti alla kermesse palermitana, è proprio Cancelleri. Era il nome più accreditato, sin dall'inizio ed è stato votato da «4350 iscritti certificati», come ha precisato lo stesso Beppe Grillo.

Uomo vicino ai vertici, Cancelleri ha corso con altri 8 candidati, tra i quali cinque deputati uscenti dell’Ars e Ali Listi Maman, l’avvocato nigerino che si era ritirato dalle Comunali in aperta polemica con il M5S. C'erano poi Giuseppe Scarcella e Josè Marano.

«La Sicilia è un paradosso, come l'Italia, è colta e incolta, se non si fanno le cose qua difficilmente possiamo farle nel continente» , ha esordito dal palco di Castello a Mare Beppe Grillo - . E ancora: «Il ponte lo facciamo dalla Sicilia alla Sardegna»... «Un pò di commozione c'è, vedere questi ragazzi trasformarsi in sindaci, consiglieri e parlare di politica, mi fa venire in mente come è nata questa storia qua. Non digerivo, non dormivo, mi aggiravo di notte come una prostituta senza marciapiede. Questo Movimento nasce perché mi sono iscritto al Pd, facevamo le battaglia sull'acqua, sul wi-fi libero, e c'era una visione e mi chiedevo come mai una sinistra non si occupava di questi temi». Lo ha detto Beppe Grillo a Palermo.
«Allora un giorno hanno fatto un congresso e sono andato - ha aggiunto - a fare il «masochista consapevole» insieme a un manager per dirgli prendetevi voi queste idee e sono andato a iscrivermi al Paese di Arzachena. Ma mi arriva il monito della dirigenza che mi dice non possiamo accettare l’intervento di Grillo perché il suo movimento è ostile al nostro. E allora Fassino disse la prima profezia e disse: «si faccia il suo partito e vediamo quanti voti prende».

«Se vinciamo in Sicilia avremo grandi speranze di cambiare l’Italia, vogliamo liberare la Sicilia da questo Medioevo politico», ha sottolineato Luigi Di Maio sul palco. «Noi vogliamo mettere mano ai privilegi ma anche investire su turismo e innovazione per far restare i giovani in questa terra».

«Noi abbiamo libertà di scegliere i candidati, ci siamo abituati a poter proporre le leggi da portare in parlamento - ha affermato poi Davide Casaleggio - . Abbiamo libertà di non dipendere dai finanziamenti pubblici, di poter partecipare assieme ad altri cittadini come noi. Ci siamo ripresi dei modi di far politica che ci erano stati tolti grazie all’utilizzo di Rousseau e alle forme di democrazia diretta».

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg