Attualità Chiaramonte Gulfi 18/07/2017 16:51 Notizia letta: 1530 volte

La consulta giovani chiama, ma l'amministrazione non risponde

L'estate sta finendo, un anno se ne va
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/18-07-2017/consulta-giovani-chiama-lamministrazione-risponde-500.jpg

Chiaramonte Gulfi - ‘’Questo non è più un paese per giovani!” un’amara, probabilmente inaspettata, constatazione del presidente della Consulta dei Giovani del Comune di Chiaramonte, Francesco Scollo, durante l’ultima Assemblea dell’organismo, che si tenuta lo scorso 17 luglio 2017 presso la sede di via Marconi. Presenti tutte le associazioni giovanili chiaramontane, nonché tanti ragazzi che hanno partecipato come liberi cittadini, l’incontro per la seconda volta consecutiva ha visto l'assenza di un qualsiasi componente della nuova Giunta Comunale.

Nello specifico erano stati invitati - in modo formale tramite il Protocollo Elettronico del Comune - l’Assessore alle Politiche Giovanili, la diciottenne Veronica Sammatrice, il Sindaco del Comune di Chiaramonte Gulfi Sebastiano Gurrieri, il Presidente del Consiglio Alessia Puglisi, tutta la Giunta Comunale e per avere maggiore condivisione, l’invito era stato inviato anche a qualsiasi componente del Consiglio Comunale. L’Assemblea però è stata contraddistinta dalla totale assenza degli invitati, così come già accaduto lo scorso 10 Luglio.

“La Consulta dei Giovani si è sempre contraddistinta come organo consultivo e operativo in tema delle Politiche Giovanili - spiega il presidente della Consulta Francesco Scollo - collaborando con sinergia ed entusiasmo con tutte le Amministrazioni che si sono succedute nei nostri 8 anni di attività, riuscendo a realizzare progetti e manifestazioni di successo come ChiaramenteGiovani, Carnevale a Chiaramonte Gulfi, Festa della Musica, Zuppá ecc. Il ruolo che abbiamo avuto in questi anni è stato di coordinamento con le diverse associazioni giovanili del territorio che in questo contesto hanno scommesso e riposto tanta fiducia. 

Avevamo il piacere di incontrare in Assemblea una delegazione dell’Amministrazione Comunale per organizzare insieme le prossime attività della Consulta: i punti all'ordine del giorno riguardavano la programmazione estiva ma anche l’inizio di una collaborazione con la nuova Giunta, cercando di creare un dialogo diretto con la giovane Assessora al fine di capire e comprendere quali fossero le disponibilità della stessa in termini di elaborazione e progettazione in sinergia con la Consulta dei Giovani.” Tutte le Associazioni presenti con i loro rappresentanti, si mostrano rammaricati e dispiaciuti per quest’assenza, esprimendo sconforto per quanto visto. L'estate è già molto avanti e una tardiva programmazione, non permette la realizzazione di nessun evento. Ciò che maggiormente ha dato sconforto ai giovani è stata la mancata delicatezza nell'informare anzitempo anche in modo informale l'eventuale assenza. 

“Abbiamo aspettato per circa un’ora – continua Francesco Scollo - che arrivasse qualcuno per ascoltare le nostre esigenze ed idee, avremmo voluto condividere con loro l'impegno che la tutta Consulta ha profuso negli anni. Dopo un po’ ho cercato di raggiungere telefonicamente l’Assessore che si è scusata per il contrattempo e la sua impossibilità nel partecipare all’Assemblea indetta.” 
Il caso vuole che quasi in contemporanea della riunione un’amica della Sammatrice abbia pubblicato una storia su Instagram con un piccolo video che ritraeva l’Assessore a casa con le amiche a guardare comodamente la televisione.

“L’impegno nei confronti della città – conclude Scollo - è una cosa seria, che deve essere portato avanti con passione e dedizione. Per nnoi giovani la politica è importante, avere degli interlocutori anagraficamente vicini alla maggioranza della Consulta è fondamentale. Ieri sera ci siamo sentiti mortificati, nell’aver costatato lo scarso interesse che le Istituzioni Comunali hanno avuto nei confronti delle Associazioni e dei Giovani della Consulta. L’Amministrazione Comunale dovrebbe spiegare a tutti i giovani chiaramontani cosa vorrà fare in termini di Politiche Giovanili, manifestazioni culturali e integrazione sociale, e in che modo vuole collaborare con la Consulta. Noi saremo pronti a collaborare qualora si ripristino le condizioni per lavorare e elaborare progetti insieme.”

I giovani e le associazioni presenti hanno dato mandato al presidente Scollo di informare a mezzo stampa la cittadinanza chiaramontana per quanto accaduto, ma con l'intenzione di rinnovare pubblicamente l’invito a partecipare alle riunioni, sperando questa volta in una presenza futura e concreta, con un immediato cambio di rotta per il bene della città e dei nostri giovani.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg