Attualità Ragusa 19/07/2017 16:35 Notizia letta: 1118 volte

Fondi europei. Al Workshop di Ragusa c'era anche Crocetta

Boom di partecipazione
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2017/fondi-europei-workshop-ragusa-cera-anche-crocetta-500.jpg

Ragusa - Una guida pratica, esauriente e dettagliata alle imprese siciliane nell’ampio panorama dei finanziamenti europei e nazionali a loro disposizione. Si è svolto ieri pomeriggio, in uno straripante auditorium della Camera di Commercio di Ragusa, il workshop “Le chiavi di accesso alla finanza agevolata”, promosso dalla Cna Ragusa, dalla Logos e da Igea Banca, in collaborazione con LegaCoop Sud Sicilia, Confcooperative Sicilia di Ragusa, l’Ordine dei Consulenti del lavoro, l’Ordine degli Avvocati, l’Ordine dei Commercialisti, Sicindustria Ragusa, Unifidi Imprese Sicilia e Distretto turistico degli iblei, e la sponsorizzazione di Sergio Tumino Suzuki.
Un appuntamento molto partecipato, grazie ad un programma assolutamente attuale e interessante per le tante imprese che vorrebbero sfruttare al meglio gli aiuti finanziari a loro disposizione, ma che non riescono a fare chiarezza tra le soluzioni possibili e quindi intraprendere con sicurezza la soluzione corretta per le loro esigenze.
Il workshop ha visto la presenza di esperti di fama nazionale che nelle loro analisi hanno spiegato i vari strumenti disponibili di finanza agevolata.

“Grazie a questi nuovi bandi è possibile immaginare una progettazione di qualità - spiega Rosario Alescio, presidente di Logos - Ciò significa creazione di sviluppo e nuova occupazione dando alle imprese la possibilità di innovarsi. Ci sono fondi sul turismo, sull’innovazione, sull’internazionalizzazione. Insomma grandi opportunità. Credo sia una delle ultime occasioni per la Sicilia e in particolare per la provincia di Ragusa. Come Logos, che è agenzia per il lavoro e lo sviluppo, stiamo facendo rete insieme alle associazioni di categoria per dare un valido contributo a questa terra”.

E anche il presidente provinciale di Cna, Giuseppe Santocono, ritiene che “l’opportunità dei fondi strutturali comunitari e nazionali non deve andar persa considerato che oggi le imprese accedono soprattutto al credito bancario per i propri investimenti. Ci sono invece anche altri fondi disponibili che permettono di innovarsi tecnologicamente, fare ricerca, investire sulla propria attività. Si aprono nuove prospettive anche rispetto ai giovani, alle startup, alle nuove imprese”.

Di rilievo la presenza del governatore della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, intervenuto dopo i saluti del presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Giannone, e dopo le brevi relazioni del presidente provinciale della Cna, Maurizio Merlino e del presidente della Logos, Rosario Alescio e dei dirigenti regionali Dario Tornabene e Alessandro Ferrara.
Il presidente Crocetta ha ribadito le enormi potenzialità della regione tutta e di Ragusa nello specifico, definita come “una realtà che può divenire uno dei poli più importante d’Italia in tutti i settori”. Crocetta ha inoltre posto l’accento sulle possibilità che contengono le varie misure in esame, le quali, rispetto a quanto accadeva in passato, quando si dava precedenza ai grandi progetti che attiravano grandi imprese del Nord, tendono invece adesso a valorizzare e privilegiare le maestranze artigianali locali, moltiplicando così il meccanismo della produttività diffusa.

Al via poi i vari interventi tecnici, alcuni dei quali hanno approfondito il PO FESR 2014/2020 Sicilia, un complesso impianto strategico che intende coniugare le molteplici spinte innovative e innescare processi di sviluppo territoriali attraverso misure di rafforzamento competitivo e produttivo. Grande attenzione anche alle start up e allo sviluppo di impresa attraverso le misure nazionali, approfondito da Rosalba Chirieleison, esperta di finanza agevolata. Importanti novità anche per l’innovazione, il turismo e i beni culturali attraverso misure specifiche illustrate durante il convegno.

Ma si è parlato anche del ruolo di chi può aiutare le imprese nell’accesso al credito, come Igea Banca, rappresentata da Alessandro Schiavone, e Unifidi Imprese Sicilia, presente nella veste del suo presidente Gianpaolo Miceli. Ha chiuso i lavori Maria Lo Bello, vicepresidente Regione Siciliana e Assessore alle Attività Produttive. Un appuntamento insomma che ha posto Ragusa ancora una volta in prima linea nel sostegno alle imprese siciliane e ha evidenziato l’esigenza di un continuo supporto alla crescita produttiva dell’intero comparto economico, rappresentato da moltissimi esponenti provenienti da tutta la regione.  Le schede esplicative di tutti bandi dedicati alle imprese sono disponibili sul sito www.logos-italia.it.

Redazione