Economia Modica 20/07/2017 11:32 Notizia letta: 305 volte

Tassa di soggiorno, la deregulation di Abbate fa discutere

Polemiche a Scicli e Ragusa
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-07-2017/tassa-soggiorno-deregulation-abbate-discutere-500.jpg

Modica - Con una bella autocertificazione a Modica la tassa di soggiorno non si paga. La notizia ha scatenato un vespaio di polemiche, soprattutto a Scicli e Ragusa, dove la tassa si paga senza se e senza ma. E il sindaco Abbate è stato costretto a prendere carta e penna e a scrivere.

"E’ stata approvata la modifica del regolamento comunale della tassa di soggiorno recependo le richieste del comparto turistico – ricettivo e del Consorzio Turistico, la cui collaborazione è sempre totale, che ha chiesto di poter calibrare le nuove modifiche più vicine possibili ai regolamenti presenti nelle città d’arte della nostra provincia e del Val di Noto. In particolare abbiamo recepito la richiesta delle esenzioni per tutti gli Under14 e gli Over70, per i disabili, per i cittadini modicani e, cosa ancora più importante, di posticipare al primo gennaio 2018 l’entrata in vigore del nuovo regolamento. La tassa di soggiorno, in quanto tassa, regolamentata da una legge nazionale, rimane obbligatoria per tutti e non certo facoltativa. Il responsabile dell’ufficio tributi ha voluto aggiungere, rispetto al vecchio regolamento, soltanto la parte che riguarda l’individuazione del turista che non si attiene ai dettami di legge per poterlo perseguire secondo le norme nazionali già presenti nel vecchio regolamento. Il modulo che sta facendo discutere su alcuni giornali online e social network (che sicuramente in buona fede hanno male interpretato la delibera consiliare) non è altro che la certificazione del rifiuto a pagare la tassa comunale fornendo i propri estremi anagrafici. Così sarà molto più facile individuare i trasgressori e perseguirli a norma di legge".

Redazione