Attualità Ragusa 24/07/2017 11:28 Notizia letta: 1105 volte

Turisti in calo? Ragusanews aveva ragione

E' finito il tempo della cuccagna
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-07-2017/turisti-calo-ragusanews-aveva-ragione-500.jpg

Ragusa - Che il turismo ibleo non godesse di ottima salute era cosa nota per gli attenti osservatori. Ora, a decretarlo, arriva anche il rapporto Unicredit Touring Club 2017 che colloca il turismo al terzultimo posto in Sicilia in termini di presenze turistiche, seguito soltanto da Enna e Caltanissetta. E' finito il tempo della cuccagna, insomma.

Montalbano, non può certo risollevare le sorti del turismo ibleo in eterno. Servono nuove idee e anche investimenti. Ma a parlare chiaro sono i dati: la provincia di Messina è in testa con il 24,3% del dato complessivo regionale, trainata da Taormina: a seguire vi sono Palermo (20,2%), Trapani (14,9%), Catania (13,6%), Siracusa (9,7%) e Agrigento (8,9%). Enna e Caltanissetta si piazzano agli ultimi posti e  Ragusa con appena il 5,9% è terz'ultima.

Un risultato amaro che non conferma le attese di chi, forse in maniera fin troppo entusiastica, aveva creduto ai miracoli. Per quanto riguarda le presenze straniere, per la Sicilia nel 2015 arrivano, nell’ordine, la Francia (20,8%), la Germania (15,6%) e il Regno Unito (9,3%). Da notare, poi, che più del 50% degli operatori turistici, compresi anche di ristoratori e gestori di B&B e case vacanze, non parla né francese né inglese.

E se guardiamo il dato nazionale, non c'è da stare allegri. La Sicilia, infatti, è al nono posto fra tutte le regioni italiane per presenze turistiche. La prima, è il Veneto. Ora, per quanto Venezia possa essere una città che attrae un incredibile flusso turistico, pensare che una terra ricca di storia, cultura, mare e sole come la Sicilia possa piazzarsi al nono posto, è un pugno nello stomaco. Chi di dovere dovrebbe riflettere.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg