Economia Noto 05/08/2017 17:18 Notizia letta: 309 volte

Da Noto a Pachino in bici, sui binari

Nuovi percorsi
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-08-2017/noto-pachino-bici-binari-500.jpg

Noto - L’ok della commissione Lavori Pubblici in Senato in sede deliberante, ha tramutato in legge la proposta di recupero di tratte ferroviarie dismesse che hanno un elevato pregio storico e culturale. In queste ex linee ferroviarie dismesse e rimesse di nuovo in funzione, verrano utilizzati ferricicli o mezzi rotabili storici o turistici.

Tra queste linee che verranno recuperate, sedici in tutto, la Sicilia è protagonista con tre linee : l’Alcantara-Randazzo, Agrigento bassa-Porto Empedocle e appunto la Noto-Pachino.

Prendere la bici su Corso Vittorio Emanuele a Noto, lasciarsi alle spalle l’imponente Basilica di San Niccolò e scendere giù fino ai binari della stazione ferroviaria netina. Da lì seguire le indicazioni e scegliere le fermate. Noto Marina per un bagno sugli arenili pubblici o su un lido privato. Eloro, per fare tappa al parco archeologico della città fondata dai coloni Corinzi nel VII secolo a.C. , qualche pedalata più avanti e si arriva alla Villa Romana del Tellaro dove si possono ammirare i mosaici di età romana tardo imperiale secondi per bellezza solo ai “cugini” della villa Romana del Casale di Piazza Armerina. Da qui la ferrovia entra nell’Oasi naturale di Vendicari. Passa per Calamosche, una della calette più affascinati della Penisola italiana, dai Marianeddi, dalla Tonnara di Vendicari e dalle acque “caraibiche” di San Lorenzo.

I sindaci di Noto e Pachino, Corrado Bonfanti e Roberto Bruno, hanno già siglato un protocollo di intesa per realizzare strutture a supporto della mobilità sostenibile e della pedonalità sulla tratta acquisita in comodato d’uso gratuito dalla società Ferservizi.

Redazione