Cronaca Vittoria 09/08/2017 09:18 Notizia letta: 2573 volte

Rumeni, ubriachi, appiccavano incendi a Vittoria

Nei pressi della Baia Dorica
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-08-2017/rumeni-ubriachi-appiccavano-incendi-vittoria-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-08-2017/1502263719-1-rumeni-ubriachi-appiccavano-incendi-vittoria.jpg&size=386x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-08-2017/rumeni-ubriachi-appiccavano-incendi-vittoria-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-08-2017/1502263719-1-rumeni-ubriachi-appiccavano-incendi-vittoria.jpg

Vittoria - Sono stati arrestati Panainte Vlad, nato in Romania, 28 anni e Nastasa Marius Bogdan, nato in Romania, 31 anni, (entrambi pregiudicati e dimoranti nel territorio di Gela), per incendio boschivo, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali.

La polizia è intervenuta nei pressi della Baia Dorica a poche decine di metri dalla discoteca “Sesto Senso”, poiché un cittadino aveva segnalato due soggetti intenti ad appiccare degli incendi.
Mentre arrivavano anche i vigili del fuoco, erano stati innescati altri incendi. Gli operatori della Polizia di Stato, a poca distanza dagli altri focolai hanno sorpreso due uomini, intenti ad appiccare un ulteriore incendio utilizzando degli accendini.

Una volta visti i poliziotti, i due hanno tentato la fuga e quando sono stati raggiunti e bloccati, hanno aggredito i poliziotti ferendone lievemente uno tentando di spingere al centro della carreggiata.
Dopo aver ammanettato i due, gli operatori hanno recuperato gli accendini utilizzati da loro per appiccare i focolai e hanno provveduto a spegnere con mezzi di fortuna quelli vicini e non ancora fortemente alimentati.

Nei pressi dell’incendio ci sono stati attimi di panico in quanto i proprietari delle auto, al fine di metterle in salvo dalle fiamme, salivano a bordo nonostante l’incendio ormai vicinissimo.

I due rumeni tratti in arresto, una volta condotti negli uffici della Polizia di Stato, ammettevano di aver appiccato gli incendi per gioco perchè entrambi ubriachi.
Dopo l’arresto i due criminali sono stati condotti in carcere così come disposto dalla Procura della Repubblica di Ragusa. Ieri, il G.I.P. presso il Tribunale di Ragusa ha convalidato l’arresto applicando la misura cautelare in attesa delle prossime udienze del processo.

Irene Savasta