Cronaca Chiaramonte Gulfi 10/08/2017 13:14 Notizia letta: 3246 volte

27 chiaramontani aggrediti dagli ultras catanesi

Durante l'amichevole Catania-Betis Siviglia
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-08-2017/chiaramontani-aggrediti-ultras-catanesi-500.jpg

Chiaramonte Gulfi - 27 tifosi chiaramontani presi di mira dagli ultras nei pressi dello stadio Cibali, a Catania. La notizia è stata diffusa dal sindaco di Chiaramonte, Sebastiano Gurrieri, che ha inviato una nota al collega sindaco di Catania, Enzo Bianco. Nella nota, si legge: "Ieri sera la sua città ha ospitato un evento sportivo di gran prestigio, mi riferisco all'amichevole Milan - Betis Siviglia. Un appuntamento con il grande calcio che ha portato a Catania tantissimi sportivi, pronti a vivere una serata di sano divertimento. Ma non per tutti è stato così; non lo è stato di certo per ben ventisette chiaramontani che hanno raggiunto, con tre pulmini le vicinanze del Cibali". Il sindaco, racconta che un ragazzo che faceva parte della comitiva gli ha riferito la dinamica dei fatti: "In prossimità dello stadio, all'altezza di un semaforo sono stati presi di mira da 40-50 delinquenti che hanno fermato i mezzi, prendendo a pugni, uno dei tre autisti che ha provato a sottrarsi all'aggressione.

Anche il secondo mezzo è stato fermato e da quel momento è iniziata la scorribanda, derubando buona parte dei ragazzi. In un caso è stato anche affrontato un giovane chiaramontano con un coltello, al fine di derubarlo, come gli altri, di soldi e telefonino.
Solo il terzo pulmino è riuscito a sottrarsi all'attacco violento di questi delinquenti.

Quanto accaduto è stato raccontato al sottoscritto nell'immediatezza, giacché sono stato contattato da alcuni di loro e mi sono precipitato subito a Catania, e lì ho visto questi nostri ragazzi malconci e impauriti per quanto era accaduto.
Ho potuto così costatare che uno di loro era a dorso nudo e chiedendogli spiegazioni, se fosse o meno un gesto di tifo da ultras, mi ha raccontato che era stato anche derubato della maglietta". Poi, annuncia: "Sono certo che la magistratura, su quanto accaduto, farà di tutto per accertare i responsabili di tale violenta aggressione".

Irene Savasta