Cronaca Modica

L'uomo con la sciabola minacciava la moglie

38enne, ragusano

Marina di Modica - Non sopportava che la convivente usasse il cellulare per comunicare con la sua amica del cuore così un 38enne originario di Ragusa, noto alle forze dell’ordine, in preda all’ennesimo raptus di gelosia e nonostante la presenza dei figli minori, ha distrutto il telefonino della sua convivente di anni 39, colpendola con schiaffi e pugni fino a farle perdere i sensi. Il fatto è accaduto a Marina di Modica.

L’uomo, inoltre, ha minacciato di morte la povera donna usando una sciabola da sommelier, puntata ripetutamente al ventre ed al volto della vittima.

Il coraggio di una delle figlie della donna, terrorizzata dalla scena davanti ad i suoi occhi, ha interrotto la tragedia perchè ha chiamato la Polizia che ha trovato l'uomo fuori dall'uscio di casa e la donna priva di sensi a terra. In cucina gli evidenti segnali di una violenza consumata con cocci di vetro sparsi per terra, cellulare ed altri oggetti d’arredo in frantumi mentre era la stessa bimba che indicava il luogo dove era stata riposizionata la sciabola.

La donna è stata trasportata d’urgenza in ambulanza all’ospedale di Modica.
Tra l'altro, all'uomo era stato  imposto dall’Autorità Giudiziaria l’ordine di non avvicinarsi alla donna per un raggio di 50 metri.
E' stato sottoposo ai domiciliari, in un luogo lontano dall'abitazione della compagna.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif