Attualità Ispica 13/08/2017 15:59 Notizia letta: 328 volte

La lunga strada gialla, allo Spacca

I muli Falcone e Borsellino
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-08-2017/lunga-strada-gialla-spacca-500.jpg

Ispica - Con “La Lunga Strada Gialla” di Christian Carmosino e Antonio Oliviero ha avuto seguito il viaggio documentaristico dello Spacca Doc_Fest, nella sua terza serata. È stato ospite Federico Pirce Bruno che, insieme a Mirko Adamo, è partito da Portella della Ginestra in sella ai loro muli, Giovanni e Paola, così chiamati in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, con l’obiettivo di arrivare al Quirinale e portare un messaggio di ecologia e giustizia sociale attraverso i “pizzini”, messaggi scritti dalle persone incontrate nel loro viaggio. La scelta del mulo, antico simbolo del lavoro e della cultura rurale, e della data e del luogo della partenza, il 1° maggio, Festa dei lavoratori, non sono stati casuali. A Portella della Ginestra “si è consumata la prima strage della Repubblica sulla pelle dei lavoratori, dei braccianti agricoli, di queste terre”, spiega Federico, e un mulo, lavoratore per eccellenza, è stato il primo a morire colpito dalle pallottole. Avanzando verso Roma, passavano a raccogliere le denunce, le domande di un mondo rurale apparentemente tramontato, e che invece scoprivano pieno di aspettative, vivace, popolato da personaggi bizzarri. Un viaggio di oltre 1200 km, durato 74 giorni, hanno attraversato antiche trazzere regie, mulattiere e sentieri di campagna, realizzando il reportage unico di un paese ancora in parte rurale ma capace di innovare e produrre. I protagonisti hanno incontrato pastori, contadini, pescatori e gente comune, in un viaggio che è stato riscoperta della loro identità a contatto con un mondo che ormai sembra scomparso, ma che testimonia la vitalità di un territorio, l’umanità, l’onestà, il lavoro e gli antichi valori legati alla terra, una realtà che resiste pur lontano dalla cultura dominante. Fa parte di questo progetto la piattaforma EcoMulo, nata in Sicilia allo scopo di diventare un punto di connessione tra quel mondo prezioso, fatto di prodotti esclusivi, tipici e artigianali e tutto ciò che ne resta lontano. Eco Mulo è la piattaforma dell’Ecologico made in Sicilia, dell’Agriturismo in Sicilia, del Turismo sostenibile e responsabile, dell’agricoltura biodinamica e dei prodotti bio e della medicina alternativa e naturale. Un progetto sociale che , per quanto idealista e visionario, tenta di realizzarsi anche grazie al coraggio e all’ostinazione di due ragazzi mossi da una grande sete di confrontarsi e condividere le proprie idee con la gente di questo controverso territorio. Il Viaggio dello Spacca Doc_Fest continua giovedì 17 agosto alle 21:30 con la proiezione di “Magic Island” in cui Marco Amenta segue il percorso di Andrea, figlio dell’attore italo-americano Vincent Schiavelli, da New York alla Sicilia, nel racconto dell’impossibile recupero delle radici.

Redazione