Attualità Trasporti

Cancellazione voli Ryanair: ferie arretrate o fuga dei piloti?

Intanto Enac ha convocato la compagnia

L'annuncio della cancancellazione di 702 voli solo in Italia da parte di Ryanair, oltre a far infuriare gli innocenti passeggeri ha anche fatto perdere le staffe a Enac che ha convocato urgentemente i vertici della low cost. L'incontro si svolgerà oggi, 21 settembre, ma già è iniziato uno stretto monitoraggio delle attività della compagnia irlandese.

Ryanair ha fatto sapere che le cancellazioni sono state necessarie per un problema di ferie mal organizzate e che tutto si aggiusterà a novembre, ma le voci su questa incredibile stranezza disorganizzativa sono altre: voci insistenti sostengono che il vero problema sia la fuga continua di piloti e assistenti di volo verso compagnie, anche low cost, che offrono contratti e condizioni di lavoro meno massacranti.

La Filt Cgil chiede al ministero dei Trasporti e all’Enac in una lettera una “efficace ed immediata verifica” delle “reali cause che stanno portando alla cancellazione” dei voli. Onestamente, risulta davvero poco credibile che un colosso come Ryanair non sappia organizzare le ferie dei propri piloti.

La stampa irlandese, inoltre, sostiene che per arginare un disastro che costerebbe a Ryanair 35 milioni in rimborsi, la low cost avrebbe offerto un  bonus da 12.000 euro ai piloti e un bonus da 6.000 euro al personale navigante se rinunciano a parte delle ferie.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif