Cronaca Modica

La truffa del drone, e quella della playstation

Scoperte dalla Polizia

Modica - Ennesima truffa informatica scoperta dai carabinieri. Sono state denunciate quattro persone accusate del reato di truffa informatica. 
In un caso la vittima della truffa ha pagato 199 euro per l’acquisto di una consolle di videogiochi utilizzando un sito web di acquisti on line; purtroppo il venditore non ha mai adempiuto al suo onere di spedizione raggirando l’acquirente. In un’altra occasione invece un sito di scommesse on-line non italiano attingeva arbitrariamente fondi dalla carta di credito di un utente registrato, per un importo di circa 130 euro.

Altra storia riguarda quella dell’acquisto di una piscina del valore di circa 200 euro; in tale circostanza l’account compromesso del venditore, intestato ad uno straniero di etnia africana, ha portato al raggiro dell’acquirente che non ha ricevuto la piscina richiesta né ha rivisto la restituzione delle somme versate.

Più pesante la truffa che ha riguardato un modicano che aveva acquistato attraverso un altro noto sito di vendita di oggetti on-line uno smartphone del valore di oltre 500 euro. Anche in questo caso il truffatore, un pescarese di 35 anni, è stato smascherato e denunciato dalla Polizia di Stato per frode informatica.

Lo stesso truffatore pescarese, sul medesimo sito web, ha raggirato un utente modicano interessato all’acquisto di un drone; l’oggetto in questione, del valore di circa 300 euro, è stato formalmente acquistato ma mai realmente consegnato alla vittima alla quale non restava che sporgere querela presso questi uffici di Polizia. Quest’ultimo truffatore è un soggetto già noto alle Forze dell’Ordine per i numerosi precedenti specifici in materia di truffa su tutto il territorio nazionale oltre che per aver commesso una rapina.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif