Cronaca Ragusa

Ibla, arrestato nigeriano per sfruttamento della prostituzione

Le ragazze erano segregate in casa

Ragusa - E' stato arrestato Thomas Erhunmwonsere, 19 anni. Nonostante la giovane età, i carabinieri di Ragusa Ibla hanno accerta che era già  in grado di assoggettare alcune sue giovani ragazze connazionali, di età compresa tra i 18 e i 22 anni, che faceva prostituire un piccolo appartamento di Ragusa Ibla, dove ricevevano i loro clienti, la maggior parte di nazionalità italiana. La condotta del nigeriano, per come emerso dalle indagini e per come riferito da una delle vittime, era caratterizzata da una spiccata violenza: non esitava a minacciare anche di morte le ragazze da lui schiavizzate, tenendole letteralmente segregate in casa e impedendogli di uscire. Infatti, quando una delle sue vittime ha provato a scappare è stata rincorsa e riportata con la forza in casa.

Una delle ragazze inoltre, allettata dalla prospettiva di un lavoro, è stata fatta arrivare dal Nord Italia e quando è giunta a Ragusa era anche in stato di gravidanza. Qui però la malcapitata, prima è stata fatta abortire presso l’Ospedale di Ragusa e poi è stata subito avviata alla prostituzione, con l’obbligo di consegnare tutti i ricavi al suo aguzzino.

Vista l’estrema gravità della situazione e la necessità di liberare le ragazze dalla quella situazione infernale i militari, sono intervenuti in quella casa. Il nigeriano è stato associato presso la casa circondariale di Ragusa. La ragazza, invece, è stata affidata a una struttura protetta, mentre altre due vittime erano già riuscite a fuggire nei giorni precedenti.


 

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif