Giudiziaria Vittoria 02/10/2017 12:40 Notizia letta: 3967 volte

Revocati i domiciliari per Pippo Nicosia. Decisivo l'interrogatorio

Revocati i domiciliari per Lauretta
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-10-2017/revocati-domiciliari-pippo-nicosia-decisivo-linterrogatorio-500.jpg

Vittoria - Revocati i domiciliari per l'ex sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia. Lo ha deciso il Gip del tribunale di Catania Vincenzo Giancarlo Cascino. Per lui è stato disposto solo l'obbligo di firma. Revoca dei domiciliari anche per Venerando Lauretta. 

E' stato lo stesso Gip del Tribunale di Catania Giancarlo Vincenzo Cascino, dopo l'interrogatorio di garanzia di tutti i 6 indagati dell'inchiesta 'Exit Poll' a revocare i domiciliari per l'ex sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia e per Venerando Lauretta arrestati lo scorso 20 settembre dalla Guardia di Finanza. Le precisazioni fornite dall'ex sindaco di Vittoria e confrontate con un altro degli altri arrestati, Venerando Lauretta, hanno convinto il Gip a modificare la misura restrittiva: non più arresti domiciliari ma solo obbligo di firma. Restano ai domiciliari invece il fratello dell'ex sindaco, Fabio Nicosia, che nel frattempo si è dimesso dalla carica di consigliere comunale di Vittoria; Titta Puccio, Raffaele Giunta e Raffaele Di Pietro. Proprio oggi il legale di fiducia di Giuseppe Nicosia aveva presentato ricorso al Tribunale del Riesame per la scarcerazione dei suoi assistiti.

"Permane piena fiducia nell'operato della Magistratura - afferma l'avvocato Catalano - come già affermato dopo gli interrogatori di garanzia. Fiducia intanto confermata dall'odierna liberazione di Giuseppe Nicosia da parte dello stesso Gip, cui, siamo certi, seguirà un proscioglimento onnicomprensivo, esteso alle altre posizioni. A Fabio Nicosia come all'altrettanto incolpevole ex assessore Nadia Fiorellini, ma legato , ovviamente, ai tempi necessari per predisporre adeguata ancorché leale, difesa processuale, sussistendo sin d'ora elementi oggettivi ed insuperabili, sicuramente idonei alla risoluzione dei rimanenti equivoci. Allo stato, permanendo peraltro la fase delle indagini, reputiamo opportuno non aggiungere altro".

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif