Appuntamenti Ragusa

Scale del Gusto a Ragusa Ibla

Il 14 e 15 ottobre

Ragusa - Sono dodici ragazzi provenienti dal Nord Africa, ospiti del centro di accoglienza di Ragusa Ibla, e faranno parte dello staff logistico ed organizzativo di “Scale del Gusto”, la manifestazione dedicata alla riscoperta del mondo rurale e delle sue tradizioni, tra enogastronomia e patrimonio artistico, organizzata dall’associazione di promozione turistica Sud Tourism, con il patrocinio del Comune di Ragusa. Sabato 14 e domenica 15 ottobre, nel meraviglioso quartiere barocco e lungo la scalinata che arriva fino a Ragusa superiore, “Scale del Gusto” avrà collaboratori speciali, come lo sono i ragazzi ospiti del centro gestito dalla cooperativa sociale Filotea, protagonisti di questa intensa esperienza di inclusione sociale. Supporto nell’organizzazione, ma anche ruolo di primo piano nella sezione dedicata alle degustazioni: i giovani nordafricani infatti avranno un loro gazebo allestito nella zona “Prodotti e Produttori”, dove potranno fare degustare i piatti tipici dei loro paesi di origine.

“Scale del Gusto” diventa così un momento di scambio e confronto culturale, a partire proprio dalle tipicità culinarie di luoghi che seppur distanti fisicamente, si ritrovano accomunati grazie ad un evento che fa dell’inclusione, del coinvolgimento di persone e di idee il suo tratto distintivo. Perché la partecipazione collettiva non può che valorizzare la bellezza di un territorio e determinarne ricchezza culturale. “Scale del Gusto” per questa terza edizione ha deciso quindi di coinvolgere diverse realtà cittadine, a partire dai tanti giovani, destinatari prediletti delle tradizioni di una volta. Tra loro anche gli studenti della III A R.I.M. (Relazioni internazionali e Marketing) dell’Istituto Fabio Besta di Ragusa, con i quali l’associazione Sud Tourism qualche mese fa ha avviato un progetto di alternanza scuola-lavoro per la promozione del territorio e la valorizzazione del patrimonio artistico-culturale ibleo. I giovani alunni in occasione di “Scale del Gusto” si trasformeranno in ciceroni di eccezioni pronti a dare informazioni su programma e tanto altro nei quattro info point dislocati lungo il tragitto (Santa Maria delle Scale, Cancelleria, Piazza Repubblica e Palazzo Sortino Trono). Con loro anche alcuni studenti dell’Università di Lingue di Ragusa Ibla.
Anche l’Istituto Alberghiero Ferraris di Ragusa sarà coinvolto in questa edizione: gli studenti collaboreranno infatti ai laboratori del gusto in programma nella Confraternita dei Cenacolari, aperta per la prima volta al pubblico, e agli appuntamenti culinari con un rinomato chef stellato, che sarà svelato a breve, in programma nelle due serate della manifestazione. Insieme all’Associazione provinciale Cuochi Iblei nasce la “Cucina Bellavista”, uno spazio belvedere dove si svolgerà una speciale cena all’aperto con vista esclusiva su Ragusa Ibla, nei pressi della chiesa di Santa Maria delle Scale.

Ai giovani che stanno svolgendo il Servizio Civile presso la Fondazione San Giovanni di Ragusa sarà invece affidata l’accoglienza del pubblico all’interno delle varie chiese e dei vari monumenti aperti per la manifestazione (la Chiesa Santa Barbara, la Chiesa Santa Maria dell’Itria, la Vecchia Cancelleria, Palazzo Cosentini e la Chiesa Anime Sante del Purgatorio, solo per citarne alcuni).
E a proposito di luoghi da scoprire o ritrovare, “Scale del Gusto” quest’anno darà l’eccezionale possibilità di salire e visitare i campanili di due meravigliose chiese iblee, la Chiesa Santa Maria dell’Itria e la Chiesa Anime Sante del Purgatorio, entrambe monumenti patrimonio dell’Umanità. Ad assistere il pubblico in queste visite ci saranno invece i giovani iscritti del Rotaract ibleo che per la prima volta collabora alla manifestazione. Grande ritorno, dopo l’ottima esperienza dello scorso anno, per l’Inner Wheel di Ragusa che organizzerà un incontro ad hoc e soprattutto renderà fruibile il meraviglioso tesoro letterario della “Raccolta Coria”, un insieme di ricette culinarie antiche, testi sull’enogastronomia iblea e sulla tradizione ragusana conservato alla Biblioteca dei Cenacolari.
E a proposito di tradizione, da non perdere l’appuntamento con il Cinematografo che quest’anno, all’interno della Chiesa di Santa Barbara, regalerà dodici video interviste dedicate alla tradizione dei mestieri iblei: uomini e donne racconteranno la vita nei campi, la produzione del formaggio, la costruzione e decorazione dei carretti siciliani, antichi mezzi di trasporto, e tanto altro.

Per riscoprire la memoria collettiva attraverso le dirette testimonianze di chi ha dedicato la propria vita ai mestieri di un tempo, raccolte all’interno del progetto Emeroteca Iblea (www.emerotecaiblea.it). A “Scale del Gusto” partecipano anche il Centro commerciale naturale Antica Ibla, che raccoglie le strutture ricettive e i commercianti di Ragusa Ibla, la Confcommercio di Ragusa, l’Ais (Associazione Italiana Sommelier), Bassi Comunicanti, l’incubatore culturale di Ragusa che sostiene i giovani che vogliono trasformare le loro idee in imprese artistiche e culturali. Ha aderito alla manifestazione anche il Distretto Turistico degli Iblei mentre con la manifestazione “Rubino” di Scicli è nato un gemellaggio nel segno dell’enologia.

Un ampio coinvolgimento quindi di tutta la comunità e delle sue varie espressioni, che dimostra la voglia di crescere di una manifestazione nata dall’amore per la propria terra e per le sue tradizioni.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif