Attualità Ragusa

Il sushi low cost non è male

La formula All you can eat funziona
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-1-sushi-cost-male.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-2-sushi-cost-male.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-3-sushi-cost-male.jpg&size=891x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-4-sushi-cost-male.jpg&size=329x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/sushi-cost-male-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-1-sushi-cost-male.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-2-sushi-cost-male.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-3-sushi-cost-male.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-10-2017/1507538306-4-sushi-cost-male.jpg

Ragusa - Da circa una settimana anche a Ragusa sono arrivati i Sushi Wok. Non è il primo in provincia: a Modica, infatti, esiste già da tanto tempo il “Sushi Wok Blu”. Ragusa bissa la catena degli “All you can eat” con due esercizi: il primo, in contrada Cimillà (di fronte al Cineplex) che si chiama “Star wok”. Il secondo, in viale delle Americhe e si chiama “Ilufa”. Domenica mattina, a ora di pranzo, abbiamo deciso di provare lo Star Wok di contrada Cimillà per cercare di capire quali sono gli elementi di forza e di debolezza di un ristorante di questo tipo. Premessa: eravamo in undici e avevamo prenotato a metà settimana. Nonostante il locale disponga di un ampio parcheggio non c’era quasi posto, tanto era pieno. La formula All you can eat, dunque, sembra attirare tantissimo pubblico ma bisogna anche tenere conto del fattore novità. Ci accomodiamo e vengono subito a portarci le bibite.

Dopodiché, iniziamo il nostro viaggio nel sushi a basso prezzo e nelle specialità della cucina cinese rivisitate per gli occidentali. Per quanto riguarda il reparto sushi, nulla da dire sull’abbondanza e sulla possibilità di scelta. Anche il gusto, considerando sempre che si tratta di un low cost, era discretamente buono. Eccessive, forse, le decorazioni, con salse dai colori veramente eccentrici, che variavano dal blu al rosa. Ma questa, in fondo, è solo una questione estetica. Il sushi dello Star Wok, pur non essendo minimamente paragonabile a quello dei ristoranti giapponesi originali, è promosso. Per quanto riguarda invece le altre proposte culinarie, non abbiamo trovato nulla più e nulla di meno rispetto ad altri locali dello stesso tipo. C’erano i classici fritti, gli spaghetti di soia con verdure, gli involtini primavera, un paio di primi a base di pollo e di manzo. Per quelli che invece non vogliono rinunciare alla formula All you can eat ma non amano la cucina cinese rivisitata, era possibile scegliere piatti italiani come lasagne, cotolette e patatine fritte. Decisamente carente, invece, il reparto che offre la possibilità di far cucinare il cibo sul momento. Considerata l’enorme confusione, abbiamo attribuito questa mancanza all’eccessivo numero di persone presenti e alla poca esperienza ancora maturata.

IL SERVIZIO
Il servizio dello Star Wok è abbastanza accogliente e cerca di essere efficace. Forse, vista l’enorme quantità di persone che lo frequentano, sarebbe opportuno avere qualche cameriere in più che porti via i piatti in maniera più celere. Tutto sommato, però, nonostante la giornata infernale, il personale se l’è cavata egregiamente e le prenotazioni sono state rispettate.

LA MALEDUCAZIONE DELLA GENTE
L’unica pecca davvero insopportabile è stata questa: il locale era troppo affollato. Troppo davvero. Ci rendiamo conto che essendo un locale di nuova apertura che promette prezzi imbattibili avrebbe attirato sicuramente tanta gente. Non è normale, invece, avventarsi sul buffet come gli avvoltoi e spintonare le persone che invece si mettono correttamente ed educatamente in fila. Non è nemmeno buona educazione intrufolarsi negli interstizi vuoti fra una persona e l’altra, come se mai grazia di Dio si fosse vista. Ma questo, purtroppo, appartiene alla civiltà (o inciviltà) della gente che frequenta i locali e non allo staff.

CONCLUSIONI
In undici abbiamo pagato, in totale, 161,90 euro. Vale a dire 14, 70 euro a testa comprese due bottiglie d’acqua, due birre e mezzo litro di vino locale. Sicuramente, dunque, un ottimo rapporto qualità prezzo soprattutto per chi non vuole rinunciare al piacere del sushi. E il sushi, in effetti, è il piatto meglio riuscito dello Star Wok. Resta un locale consigliato anche se piuttosto affollato e pieno di gente di tutti i tipi.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif