Attualità Frigintini 11/10/2017 09:25 Notizia letta: 2501 volte

Pizza alla funcia di carrubo. Per chi non la troverà mai su un albero

A Le Magnolie
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-10-2017/pizza-funcia-carrubo-trover-albero-500.jpg

Frigintini - Diffidate da chi pubblica su facebook, come se nulla fosse, i funghi di carrubo. Altrimenti, farete la nostra stessa fine. Presi dalla fungo di carrubo mania, circa due settimane fa abbiamo deciso di provare ad andare a raccoglierla. "E che sarà mai?”, ci siamo detti. Avremo girato in lungo e in largo, da Modica a Ragusa, passando per Donnalucata e Scicli, almeno cento alberi di carrubo. Non ne abbiamo trovato nemmeno l’ombra, neanche uno per campione. Solo su un albero, abbiamo trovato un fungo che lo ricordava vagamente, ma un nostro amico micologo ci ha stroncato l’entusiasmo subito, perché ci ha detto che sull’albero di carrubo non cresce solo il famoso fungo commestibile, dal sapore carnoso, ma anche altre specie.

Dopo aver fatto chilometri e chilometri sotto il sole e aver finito pure l’acqua di scorta, abbiamo deciso di abbandonare l’impresa. Dovevamo dare ragione ai nostri genitori e in particolare a mia nonna che mi ha subito detto, quando le ho raccontato che volevo cimentarmi in quell’impresa, che quello era “fungo che non mi sarei mai mangiata”. Me l’ha buttata, insomma. Il punto è questo: il fungo di carrubo viene trovato solo da chi sa veramente che cresce in quel determinato albero. Non si fanno certo chilometri e chilometri a piedi i cercatori che, casualmente, lo trovano ogni anno. Se vi dicono che l’hanno trovato per caso, non credetegli: vi stanno sicuramente mentendo. Comunque, a noi era rimasta lo stesso la voglia di fungo di carrubo e così abbiamo iniziato a cercare su internet dove poterlo assaggiare. E ci ha incuriosito, in particolare, un ristorante-pizzeria che si trova a Frigintini, frazione di Modica.

A “Le magnolie”, infatti, la specialità è di casa. E un sabato sera, così, ci siamo ritrovati in questa frazione modicana dove non solo ti propongono un menù tutto a base di fungo di carrubo, che da quelle parti chiamano semplicemente “funcia”, ma anche la pizza. E noi, così, abbiamo deciso di provare la pizza alla funcia di carrubo. Ne esistono due versioni, una con il pomodoro e una senza. Inoltre, è possibile scegliere l’impasto e noi abbiamo preferito farlo con la tumminia, uno dei grani antichi siciliani. Il nostro timore era che ci portassero una pizza con poca funcia, vista la sua prelibatezza e rarità e invece ci siamo dovuti ricredere.

La pizza con la funcia era ricca e non hanno lesinato affatto il condimento. Una bontà davvero. L’impasto era leggero e la tumminia, rispetto all’impasto classico, dona una cerca croccantezza alla pasta che non dispiace affatto. La funcia di carrubo era uno spettacolo per le papille gustative: carnosa, profumata, prelibata. Un gusto inconfondibile. Oltre alla pizza con la funcia, abbiamo preso anche una pizza con scorzone nero degli iblei, un particolare tipo di tartufo che si trova dalle nostre parti. Il tartufo, si sa, deve piacere. Personalmente, ho apprezzato questa pizza profumatissima pensata e preparata con un prodotto d’eccellenza del nostro territorio.

La pizza alla funcia con la salsa di pomodoro costa 18 euro, mentre quella senza salsa costa 20 euro. Non sono prezzi da pizza margherita ma bisogna dire che è davvero un prezzo giusto considerato anche in rapporto alla qualità del prodotto. Era, infatti, eccellente. Consigliata, soprattutto per chi non avrà mai la possibilità di trovare su un albero un fungo di carrubo.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg