Sanità Consigli alimentari

Voglia di zuccheri? La dieta delle tre noci al giorno

Dieta sana? Contro la dipendenza alimentare da cibi con aggiunta di additivi chimici, che inducono in chi li consuma una dipendenza da essi, come nelle droghe.

Dieta equilibrata? L'industria alimentare, negli ultimi decenni, ha investito grandi energie nel cercare di migliorare la "palatabilità", cioè il sapore e consistenza dei prodotti destinati alla tavola, per incrementarne il consumo nella popolazione. Quest'obiettivo è stato perseguito aggiungendo agli alimenti additivi chimici (come gli aromi, i coloranti, i gelificanti e simili) ma anche grassi, sale e soprattutto zuccheri; in questo modo però i cibi industriali sono anche stati resi più calorici e meno salutari. Non solo: gli alimenti così "manipolati" agiscono su particolari recettori nervosi (gli stessi che vengono stimolati dall'assunzione degli stupefacenti) scatenando in chi li consuma una forma di dipendenza da essi.

Come possiamo difenderci? Ci viene in soccorso la natura. Con 3 noci al giorno salvi linea e circolo.
Il consumo di noci contribuisce a ridurre i fattori di rischio cardiovascolare; le noci contengono grassi "buoni" (mono e polinsaturi) in grande quantità, i quali abbassano i livelli ematici di colesterolo LDL (quello "cattivo").

Inoltre questi frutti contengono vitamina E, dalle spiccate proprietà antiossidanti, magnesio, implicato nella regolazione della pressione sanguigna, e arginina, un aminoacido che favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni e riduce le infiammazioni delle arterie, con benefici effetti sul circolo e sulle scorie che, accumulandosi, favoriscono il sovrappeso. Uno studio spagnolo recentemente pubblicato su Archives of Internal Medicine, ha inoltre valutato l'effetto delle noci sulla qualità e quantità di lipidi nel sangue: è emerso che il consumo quotidiano di noci (3-4 gherigli al giorno) può ridurre i livelli ematici di colesterolo LDL di oltre il 7%.

Le noci, tuttavia, apportano un'elevata quantità di calorie, perciò devono essere assunte con moderazione. Si consiglia di consumare questi frutti come spuntino: 3-4 noci a metà mattina o metà pomeriggio, da sole o con un vasetto di yogurt bianco, saziano, danno energia, e hanno effetti ipocolesterolizzanti.
Si possono anche aggiungere alcuni gherigli di noce e qualche fetta di mela alle tue insalate: ti sazi più in fretta e fai scorta di fibre anti stipsi e anti cellulite.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif