Appuntamenti Modica 14/10/2017 18:24 Notizia letta: 664 volte

Serge Latouche a Modica

Mercoledì 18 ottobre
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-10-2017/serge-latouche-modica-500.jpg

Modica - L’economista e filosofo Serge Latouche a Modica per un incontro pubblico. “La rivincita di Gaïa e la speranza dell’utopia mediterranea decrescente”.

Mercoledì 18 ottobre i circoli iblei di Legambiente avranno come ospite d’eccezione una personalità di rilievo nel panorama internazionale, l’economista e filosofo Serge Latouche, per un incontro aperto al pubblico.

L’iniziativa ha per titolo “La rivincita di Gaïa e la speranza dell’utopia mediterranea decrescente” e si terrà a Santa Maria del Gesù (ex carcere) in via del Gesù a Modica Alta alle ore 18,30. Nel corso di questo incontro il filosofo francese esporrà le sue riflessioni sulle criticità ambientali, e non solo, che interessano l’intero pianeta Terra, e nello specifico l’area mediterranea, sulle sue cause, e sulle possibili vie d’uscita. Serge Latouche (Vannes 1940), professore emerito di Storia del pensiero economico all’Università di Paris- Sud ed esponente di primo piano del Mauss (Movimento Anti-Utilitarista nelle Scienze Sociali), è uno dei massimi esperti a livello internazionale in materia di sviluppo economico e sociale.

A partire dai suoi studi sull’Africa, ha condotto una critica radicale al “mito dello sviluppo” e alle nuove forme di colonizzazione basate sulla diffusione dell’immaginario occidentale. Negli ultimi anni si è dedicato prevalentemente all’elaborazione del pensiero della “decrescita”, vale a dire di un’alternativa di società liberata dall’ossessione della crescita economica illimitata, che si dimostra più che mai insostenibile sotto il profilo ecologico e umano.

Numerosi movimenti sono sorti nel mondo (in particolare, in Francia e in Italia) per sostenere questa prospettiva.

Legambiente, cogliendo questa occasione, promuove, per le ore 17,30, la visita guidata del Chiostro e della Chiesa di Santa Maria del Gesù, a cura dell’Associazione LAP. Legambiente ringrazia l’associazione LAP per la collaborazione all’iniziativa e fa presente altresì che la stessa associazione, da circa un anno, si prende cura del complesso monumentale e ne consente le visite.

Redazione