Sanità Alimentazione e salute 22/10/2017 19:33 Notizia letta: 2489 volte

La dieta che allunga la vita. Svelata la formula

Dieta. Una combinazione tra la dieta mediterranea e quella chetogenica potrebbe allungare la vita. Aspettativa di vita e dieta: un legame fondamentale
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-10-2017/dieta-allunga-vita-svelata-formula-500.jpg

Dieta. Interessanti novità arrivano da Firenze, dove si è svolto un congresso che ha visto la partecipazione sia dell'università del capoluogo toscano che dell'ateneo di Roma Tor Vergata.
Dal confronto tra gli esperti è emerso che i risultati migliori si ottengono dalla combinazione della dieta mediterranea con quella chetogenica. Quest'ultima consiste nel ridurre davvero al minimo i carboidrati, con notevoli benefici per il corpo.
I due regimi alimentari innescherebbe un circolo virtuoso portando all'eliminazione alla radice di molte condizioni che favoriscono il rischio di patologie, quali la sindrome metabolica e le dislipidemie. Inoltre, la carenza di glucosio derivante dallo scarso apporto dei carboidrati aumenta il livello dei corpi chetonici, favorendo un tono elevato dell'umore. Ed ancora la maggiore incidenza sul sistema nervoso centrale aumenta il senso di sazietà. Insomma con la dieta chetogenica si riesce a dimagrire in poco tempo grazie a una riduzione netta dei carboidrati.

Gli esperti sottolineano che negli ultimi decenni si è osservato come la dieta svolge un ruolo fondamentale riguardo all'insorgenza di malattie non trasmissibili, soprattutto in tema di diabete, obesità, patologie cardiovascolari e alcuni tipi di tumore.
Infatti, per aumentare l'aspettativa di vita, in esperimenti condotti su modelli animali si è visto che è molto importante la restrizione calorica, che si può ottenere sia con la dieta mediterranea che con quella chetogenica, meglio ancora, se si seguono entrambi i regimi alimentari, non soltanto per dimagrire, ma anche per prevenire le patologie che possono derivare da una alimentazione scorretta.

Rallentare il metabolismo e ridurre le calorie. Da un esperimento sui topi, una formula che sembra perfetta anche per l'uomo: meno proteine più verdura e poco cibo la sera.
Le regole sono quattro. La prima è ridurre le proteine, che dovrebbero fornire il 10-12% delle calorie giornaliere. La seconda è digiunare per due giorni non consecutivi alla settimana. Il digiuno non deve essere completo. Bisogna mangiare solo verdura cotta o cruda con un paio di cucchiai d'olio, per un totale di 500 calorie.

La terza è sostituire la maggior parte delle proteine animali con quelle vegetali, ma senza azzerare del tutto le prime. Le proteine animali contengono alcuni tipi di aminoacidi che aumentano il danno prodotto dal metabolismo alle cellule. Quelle vegetali contengono fibre, che plasmano i trilioni di batteri che popolano il nostro sistema digestivo in modo da ridurre le infiammazioni. La quarta regola è concentrare il cibo nelle prime ore del mattino.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1511111429-3-torre.gif