Attualità Nuove cucine 23/10/2017 13:22 Notizia letta: 1025 volte

Gli insetti come cibo sulle tavole degli italiani

Insetti da mangiare. La Novel Food arriva sulla tavola degli italiani, non senza perplessità. L'annuncio di Coldiretti. I contrari. E i cibi autorizzati.
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-10-2017/insetti-cibo-sulle-tavole-italiani-500.jpg

Insetti da mangiare. La cosiddetta Novel Food arriva in Europa dal primo gennaio 2018. Stiamo parlando, per chi non avesse ancora capito, della possibilità di mangiare insetti. Il nuovo regolamento permetterà di riconoscere gli insetti interi sia come nuovi alimenti che come prodotti tradizionali da paesi terzi.

Di fatto, la loro produzione e vendita arriverà anche in Italia. A renderlo noto la Coldiretti durante il Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione dove è stata anche apparecchiata la tavola degli insetti che presto potrebbero arrivare anche nelle tavole italiane. La Commissione Europea istituirà un elenco dei novel food autorizzati per la commercializzazione nell’Ue. Ma per il momento gli italiani non sembrano essere particolarmente d’accordo. Il 54% si dice contrario.

Questione culturale, ovviamente. Maggiore disponibilità si è, invece, riscontrata al consumo di prodotti che contengono insetti nel preparato (come ad esempio farina di grilli o pasta con farina di larve). Al Forum di Cernobbio sono state presentate alcune prelibatezze a base di insetti, come la pasta all’uovo artigianale ai grilli e ai millepiedi cinesi arrostiti al forno per renderli croccanti e poi affumicati, ma anche delle deliziose tarantole arrostite senza conservanti né coloranti dal Laos, fino ai vermi giganti della farina dalla Tailandia arrostiti che, pare, ricordino il pollo.

Ma il baco da seta all’americana, la vera “star” degli insetti commestibili, le farfalle delle palme dalla Guyana francese, fritte e condite, le cimici d’acqua dalla Thailandia, ricche di fibre, proteine e vitamine fino agli “aperinsetti”: vermi della farina aromatizzati alla paprica, al curry e al sale marino “made in Belgio”, magari da mandare giù con un sorso di Vodka con bachi da seta.

E per i palati più temerari a Cernobbio sono stati esposti dalla Coldiretti anche scorpioni dorati dalla Cina e neri dalla Thailandia, scarabei consigliati come aperitivo servito in spiedini, anch’essi thailandesi. Vastissima la scelta di grilli, da quelli al curry e cocco a quelli piccanti al gusto barbecue, fino a quelli al peperoncino dolce, tutti made in Thailandia.

Bon appétit.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1511111429-3-torre.gif