Cronaca Ispica 03/11/2017 12:34 Notizia letta: 6220 volte

Ispica, tre arresti dei Carabinieri per furti nei supermercati

Due ragusani e una catanese
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-11-2017/ispica-arresti-carabinieri-furti-supermercati-500.jpg
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-11-2017/1509708980-1-ispica-arresti-carabinieri-furti-supermercati.jpg&size=351x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-11-2017/1509708980-2-ispica-arresti-carabinieri-furti-supermercati.jpg&size=510x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-11-2017/ispica-arresti-carabinieri-furti-supermercati-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-11-2017/1509708980-1-ispica-arresti-carabinieri-furti-supermercati.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-11-2017/1509708980-2-ispica-arresti-carabinieri-furti-supermercati.jpg

Ispica - Sono stati arrestati dai carabinieri di Ispica due ragusani, un uomo e una donna, accusati di furto nei supermercati e nelle profumerie. Inoltre, ad una di loro, la terza complice, è stata contestata anche la violazione della sorveglianza speciale. Si tratta di Leonella Cascone, 31 anni, attualmente detenuta a Catania, Carmelo Antonio Mirabella, 45 anni, già detenuto a Ragusa e Arianna La Cognata, 38 anni, sottoposta agli arresti domiciliari. Le misure cautelari sono state emesse dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Ragusa, su richiesta del pubblico Ministero, dott.ssa Valentina Botti.

L'indagine è nata da un furto consumato in un supermercato di Ispica nel febbraio 2017: una coppia portò via numerose forme di Grana Padano per un totale di circa 700 Euro. Successivamente sempre nello stesso mese questa volta con una complice, decisero di assaltare una profumeria di Ispica, dove portarono via circa 200 Euro tra trousse di trucchi e profumi. Sempre nello stesso mese, la strana coppia, particolarmente incline ai delitti contro il patrimonio, aveva puntato un supermarket di Scicli da dove stavano portando via circa 200 Euro di champagne ed alcoolici; in questo caso solo l’intervento del proprietario riuscì a sventare il colpo. A pochi giorni dalla precedente sortita, i ladri iblei (in questo caso accompagnati dalla complice colpita da misura) si erano introdotti in una profumeria di Scicli dalla quale avevano asportato circa 700 Euro di costosi profumi da donna.

Con le stesse modalità avevano rubato anche in altri locali commerciali della provincia. I carabinieri hanno studiato il caso di altri furti come quello in un supermercato di Santa Croce Camerina nel Giugno del 2016, dove il trio di ladri aveva portato via circa 100 Euro in bottiglie di superalcolici. Di fatto le modalità di azione erano simili: l’uomo restava fuori dal locale con funzione di “palo”, la donna entrava con una grande borsa nera ed iniziava a fare man bassa di quanto di utile potesse sottrarre. Spesso, portavano con loro anche una bambina che entrava nei market di medio-piccole dimensioni, a volte non dotati di anti-taccheggio, ed iniziava a correre tra gli scaffali per distrarre i commessi, tanto da facilitare il lavoro di apprensione degli oggetti da rubare. In pochi minuti il lavoro era completato ed i tre potevano allontanarsi a bordo di una vettura presa a noleggio.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1511111429-3-torre.gif