Attualità Ragusa 24/11/2017 12:08 Notizia letta: 1375 volte

Ragusa: riunione sindaci su rifiuti e servizi sociali

C'è da capire come smaltire cava dei Modicani
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-11-2017/ragusa-riunione-sindaci-rifiuti-servizi-sociali-500.jpg

Ragusa - Il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale Dario Cartabellotta, accogliendo l’invito proveniente da più sindaci, ha riunito il tavolo istituzionale per affrontare due problematiche che si trascinano da tempo nella mancata definizione. Uno riguarda la rivisitazione del sistema della perequazione dei costi per quei comuni che trasferiscono i rifiuti in discariche fuori dalla provincia con l’obiettivo di trovare criteri e soluzioni condivisi da tutti i Comuni.

Sul campo vi è un lodo arbitrale che ha deciso oneri finanziari a carico di alcuni Comuni ma che finora non ha trovato alcuna attuazione per il mancato trasferimento delle risorse ai Comuni creditori. Il sindaco di Chiaramonte Gulfi Sebastiano Gurrieri ha preso l’impegno di riunire i sindaci che conferiscono i rifiuti presso la discarica di Cava dei Modicani e che hanno oneri a loro carico nei confronti degli altri Comuni per come deciso dal lodo arbitrale in modo da definire al più presto un percorso per addivenire ad una soluzione.

Il presidente del collegio liquidatore dell’Ato Ambiente Giancarlo Cugnata ha informato i sindaci presenti che ha convocato per il prossimo 4 dicembre l’assemblea dei soci per definire tutta la problematica che appare controversa ma che deve approdare ad una soluzione condivisa nel rispetto degli accordi siglati dai Comuni.
Per quanto concerne il servizio di comunicazione per non vedenti e ciechi nelle scuole dell’obbligo è stato ribadito ai sindaci che la competenza di questo servizio è affidato per legge ai Comuni che pertanto dall’inizio del nuovo anno solare dovranno provvedere in autonomia non avendo il Libero Consorzio Comunale delega per attivarlo.

E’ stato delegato il vice sindaco di Comiso Gaetano Gaglio ad elaborare un documento di tutti i sindaci dei Comuni iblei da inviare al presidente della Regione siciliana chiedendo un incremento finanziario ai Comuni per la copertura di questo servizio che finora ha assicurato il Libero Consorzio Comunale di Ragusa.

Redazione