Giudiziaria Ragusa 28/11/2017 22:38 Notizia letta: 8713 volte

La parentopoli nella sanità di Ragusa

Assunzioni di parenti, e affini
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-11-2017/parentopoli-sanit-ragusa-500.jpg

Ragusa - Ci sarebbero troppe incongruenze tra le previsioni dei servizi indicati nel capitolato d’appalto di pulizia degli ospedali iblei - appalto da 32 milioni di euro- e la realtà che è emersa agli occhi degli investigatori.
La Guardia di Finanza di Ragusa si è mobilitata su disposizione della Procura della Repubblica per acquisire carte e testimonianze sugli ospedali di Ragusa (il Civile e l'Arezzo), Modica, Comiso e Vittoria, nonchè sui presidi territoriali. L’investigazione degli uomini delle Fiamme Gialle mira a fare luce su una gara d’appalto sospetta, come detto, da 32 milioni di euro. Ragusanews anticipò l’origine dell’inchiesta il 12 marzo scorso.

I finanzieri hanno sentito i capisala dei reparti ospedalieri per verificare sospette irregolarità nell’applicazione del capitolo d’appalto, nelle attezzature utilizzate per la pulizia degli ambienti, nel personale dipendente impiegato. Le carenze riguardano anche i servizi di sanificazione, la mancata fornitura, al personale dipendente, dei dispositivi di protezione individuale, la mancata e la irregolare raccolta dei rifiuti sanitari ospedalieri; fatti che, a seguito di esposto denuncia, sono sfociati poi in un procedimento penale (pendente presso la Procura della Repubblica di Ragusa). Ed ancora, tra gli obblighi contrattuali per l’impresa aggiudicataria, c’era anche la previsione di assunzione per 27 soggetti, cosiddetti, svantaggiati.

Chi avrebbe dovuto controllare e non l’ha fatto? Perchè? Sembrerebbe che l’indagine mirerebbe ad accertare una una storia di parentopoli con il coinvolgimento di funzionari dell’Asp. Ce n’è abbastanza per parlare di terremoto all’azienda sanitaria provinciale di Ragusa.

Gabriele Giannone
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif