Appuntamenti Ragusa 06/12/2017 10:22 Notizia letta: 930 volte

Ragusa: tre atleti in corsa per il Premio Padua

La cerimonia si svolgerà il 22 dicembre
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/06-12-2017/ragusa-atleti-corsa-premio-padua-500.jpg

Ragusa - La commissione del premio Padua ha proceduto ad un’ulteriore scrematura delle segnalazioni per individuare l’atleta dell’anno 2017. Rispetto alla prima riunione la commissione presieduta da Adolfo Padua e composta dal delegato provinciale del Coni di Ragusa Gianstefano Passalacqua, dal Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Dario Cartabellotta, dai rappresentanti del Panathon Club Vito Venitata e Alfina Marino, da Alessandro Bracchitta per la famiglia Padua, dai rappresentanti dell’Assostampa di Ragusa Gianni Molè e Michele Farinaccio e dai rappresentanti della Federazioni, Claudio Alessandrello della Federazione Vela e Sergio Cassisi del Csen e da Francesca Giucastro, una delle vincitrici del premio delle passate edizioni, ha deciso di restringere a tre atleti la scelta per il premio Padua 2017.

Restano in corsa per aggiudicarsi la cinquantesima edizione il ciclista vittoriese Francesco Romano, 20 anni, che ha avuto una stagione ricca di successi compreso una vittoria di tappa nel Giro d’Italia Under 23, il campione mondiale di kickboxing lo sciclitano Guglielmo Pacetto che ha conquistato il primo posto ai recenti mondiali di Budapest e la cestista ragusana Federica Mazza che gioca a La Spezia nel torneo di A2. Definita invece la segnalazione per gli sport paralimpici che è stata conferita a Maria Battaglia, così come il premio Csen ch’è stato assegnato alla coppia formata da Giovanni Cavallo e Maldiva Polini per la danza sportiva.

Nella prossima riunione la Commissione provvederà ad assegnare il premio Padua 2017.
L’appuntamento di quest’anno vedrà la presenza di tutti i premiati che si sono succeduti negli anni, per un’edizione che resterà certamente negli annali. La cerimonia si svolgerà il 22 dicembre alle ore 18 nella sala convegni del Palazzo della Provincia.

Redazione