Benessere Alimentazione

Dieta detox dopo i pranzi di Natale

Dieta detox. Per svolgere correttamente una dieta detox, è anzitutto necessario affrontare un ciclo di preparazione alla dieta. I metodi per stare bene non riguardano solo l’assunzione di cibo

Dieta detox: attenzione a non concentrarsi eccessivamente solo sulla dieta. Sono tanti infatti i modi in cui si può depurare il corpo dopo le abbuffate dei pranzi e delle cene natalizie. E i metodi per stare bene non riguardano solo l’assunzione di cibo ipocalorico o sano. A questo proposito la rivista Express ha elencato una serie di trattamenti estetici detox alternativi alla classica dieta del minestrone.

Ecco quali sono.

Consigli detox: il massaggio alla pancia
Un massaggio alla pancia per sciogliere le tensioni e favorire la digestione è particolarmente indicato nel regime detox post Feste natalizie.

L’area è particolarmente sensibile perché non protetta da una struttura ossea. Inoltre la pancia è anche l’epicentro delle nostre emozioni, quindi ha bisogno di cure. “Quando si è stressati, le tossine ristagnano nello stomaco, una zona centrale collegata ai nostri organi vitali”. Lo dice Nathalie Poiroux, co -Fondatrice de Cinq Mondes, che ha sviluppato il protocollo del massaggio Detox Udarabhyanga specifico della spa del marchio. Una cura i cui gesti rapidi e supportati funzioneranno sull’attività intestinale e sulla circolazione sanguigna.

Consigli detox: il drenaggio linfatico per “purificare il corpo”
La linfa che circola in tutto il corpo è responsabile del drenaggio e dell’eliminazione delle tossine che ristagnano nel nostro corpo. “È un sistema di pulizia del corpo che filtra i rifiuti”, afferma Patricia Mondargan, che ha sviluppato il proprio metodo di massaggio manuale drenante.

Un processo naturale ma interrotto dalla mancanza di idratazione, esercizio fisico, eccessi alimentari, alcol, genetica o assunzione di sale troppo alta. È in questo momento che compare la cellulite. Per alleviare il tessuto e alleviare la circolazione linfatica, la specialista esercita “ginnastica passiva sul corpo”. È doloroso, la cellulite si stacca dalle mani del praticante. Ma il risultato lascia una bocca spalancata: una pelle da bambino, morbida e vellutata.

In alternativa, se questi trattamenti vi sembrano troppo invasivi, si può provare con il detox yoga. Uno stile di yoga praticato in Francia con posture che oscillano tra lo stretching e la compressione per pulire l’apparato digerente e far rivivere la circolazione linfatica. E tornare così a sentirsi bene.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1510733031-3-citroen.jpg

Preparazione alla Dieta Detox

Per svolgere correttamente una dieta detox, è anzitutto necessario affrontare un ciclo di preparazione alla dieta vera e propria.
Questa fase è necessaria ad eliminare tutti gli alimenti e le bevande che (secondo il principio detox) potrebbero scatenare una reazione di astinenza:Caffè, alimenti o altre bevande contenenti stimolanti
Alcolici
Zuccheri aggiunti (saccarosio e fruttosio), sia nei cibi confezionati o nelle ricette, sia a livello discrezionale
Sale aggiunto (cloruro di sodio), sia nei cibi confezionati o nelle ricette, sia a livello discrezionale
Glutine: questa proteina è contenuta nei seguenti cereali: frumento, farro, spelta, avena, sorgo, orzo e segale
Latte e derivati
Dolcificanti sintetici
Grassi “cattivi”: saturi e idrogenati (ricchi di catene in conformazione trans); sono contenuti in: burro, grasso animale, margarine e oli bifrazionati. I cibi che li contengono sono prevalentemente: junk food, fast food e alimenti confezionati.
Integratori alimentari e farmaci non necessari.

Organizzazione Dieta Detox
Caratteristiche:

La colazione tipica della dieta detox è costituita da:
Circa il 50% in frutta (mele, pere, arance, banane, frutti di bosco, fragole, melone, anguria, pesche ecc) e verdura (carote, sedano, rape, pomodori, zenzero, peperoni verdi, melanzane, zucchine ecc).
Circa il 50% in cereali senza glutine (miglio, mais, riso ecc) e derivati (crackers, biscotti, gallette ecc), grossi semi oleosi (mandorle, noci, nocciole ecc) e bevande come il tè bianco ed il latte vegetale.

Gli spuntini possono essere a base di: frutta, verdura e grossi semi oleosi; è concesso utilizzare condimenti alternativi come il burro di noccioline, le salse come l'hummus o il guacamole, e snack a base di cereali senza glutine.
Il pranzo e la cena tipici della dieta detox sono costituiti da:
Circa il 60-80% di verdure
Circa il 20-40% di legumi, cereali, pseudocereali e tuberi (ceci, fagioli, lenticchie, fave, lupini, piselli, riso, quinoa, amaranto, miglio, mais, teff e patate dolci).
Chi NON può farne a meno, può completare il pasto con piccole porzioni di pesce al vapore.

Per insaporire, sono ammessi olio extravergine di oliva, avocado, succo di limone, guacamole, hummus e piccoli semi oleosi (sesamo, chia, papavero, canapa, girasole ecc).