Cronaca Scicli

Droga, arrestato Antonello Ingallinesi e altri tre

Per traffico di cocaina
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2018/1515754811-1-droga-arrestato-antonello-ingallinesi-altri.jpg&size=385x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2018/1515754852-1-droga-arrestato-antonello-ingallinesi-altri.jpg&size=375x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2018/1515754852-2-droga-arrestato-antonello-ingallinesi-altri.jpg&size=379x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2018/droga-arrestato-antonello-ingallinesi-altri-100.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2018/1515754811-1-droga-arrestato-antonello-ingallinesi-altri.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2018/1515754852-1-droga-arrestato-antonello-ingallinesi-altri.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-01-2018/1515754852-2-droga-arrestato-antonello-ingallinesi-altri.jpg

Scicli - Verdura e devozione. E' il nome dell'operazione condotta dai Carabinieri della Tenenza di Scicli, alle prime luci dell’alba, quando hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari emesse dal GIP del Tribunale di Ragusa su richiesta del Pubblico Ministero Dott. Francesco Riccio per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.
L’operazione denominata ha condotto all’arresto di quattro soggetti: Antonello Ingallinesi, 47 anni,  Mimmo Mormina, 44 anni, Guglielmo Inì, 56 anni e Giuseppe Mililli, 30 anni. I quattro arrestati sono residenti a Scicli e gravati da precedenti specifici.

I carabinieri di Scicli hanno osservato, controllato, pedinato ed effettuato intercettazioni  telefoniche ed ambientali che hanno permesso nel corso dell’indagine di operare arresti in flagranza e recuperi di sostanze stupefacenti. L'indagine è iniziata nel 2016 quando è stato indicato un noto bar in una piazza centrale di Scicli, come un attivo luogo di spaccio di sostanze stupefacenti.

In tale bar, utilizzando la “copertura” fornita dall’attività commerciale, veniva gestita in primis dal titolare con il sostegno di altri soggetti suoi collaboratori, una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti, prevalentemente cocaina, reperita tramite diversi canali che veniva poi venduta o addirittura consumata all’interno dello stesso bar, punto di ritrovo di molti assuntori.

La scelta di indicare le investigazioni con il nome di “Verdura e devozione” consegue dall’attività di uno degli indagati principali, venditore ambulante di frutta e verdura che ha utilizzato nelle conversazioni con gli acquirenti nomi di frutta e verdura per indicare in realtà le dosi di cocaina e dal termine “devozione” con il quale lo stesso indica la disponibilità a pagare lo stupefacente (“sei devoto a Santa Venera?” per chiedere se l’interlocutore avesse disponibilità di denaro). Gli inquirenti hanno potuto accertare oltre 150 episodi di spaccio che si svolgevano principalmente nel noto bar.