Notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Ragusanews.com, notizie della provincia di Ragusa e di Sicilia: Ragusa, Vittoria, Modica, Comiso, Scicli, Pozzallo, Ispica

Sabato 25 Ottobre 2014 - Aggiornato 25/10/2014 13:17 - Online: 326 - Visite: 18945564

21/01/2012 17:40

Notizia letta: 3922 volte

La Cattedrale di Noto diventa Basilica minore

Per privilegio papale, è concesso il titolo di Basilica Pontificia Minore ad alcune importanti chiese

La Cattedrale di Noto diventa Basilica minore

Noto - Oggi 21 gennaio alle ore 10,00 presso la sede espicopale di Noto alla presenza dei giornalisti S. E. Mons Antonio Staglianò ha tenuto una conferenza stampa per annunciare ufficialmente alla diocesi la concessione del titolo  della Chiesa Cattedrale di Noto a Basilica minore. 

Da un punto di vista Canonico la Basilica va distinta in Patriarcale, Maggiore e Minore, le Basiliche Patriarcali e Maggiori, che l'attuale Pontefice ha preferito denominare Papali, sono caratterizzate dalla presenza del Trono e dell’Altare Papale. 
Attualmente, per privilegio papale, è concesso il titolo di Basilica Pontificia Minore ad alcune importanti chiese, per consuetudine immemorabile o concessione Apostolica motivata dall’antichità, dalla grandezza, dal valore artistico, dalla spiritualità intensa, dall’essere luogo di pellegrinaggio cristiano, dalla venerazione di reliquie insigni e dal possesso di mezzi adeguati a mantenere il decoro confacente a tale dignità. Si può supporre che Basiliche Minori d’Italia siano circa 500. 
Il Vescovo ha precisato che fra le chiese di una Diocesi il primo posto e la maggiore dignità spettano alla cattedrale, nella quale è collocata la cattedra, segno del magistero e della potestà del Vescovo, Pastore della sua Diocesi segno della comunione con la cattedra romana di Pietro. 
La Santa Congregazione del culto divino e della disciplina dei sacramenti nel decreto “Domus ecclesiae” esplicita – come ha sottolineato il Vescovo - il significato particolare di alcune chiese che per la loro speciale importanza per la vita liturgica e pastorale, esprimono il vincolo di comunione che unisce la basilica minore e la cattedra di Pietro. 
Mons. Stagliano ha sottolineato che questo riconoscimento ha per la chiesa di Noto un significato sociale, nella difficile congiuntura economica, infatti, come ha sottolineato ancora il Vescovo la Basilica Cattedrale diventerà non solo luogo esemplare dell’azione liturgica di tutta la diocesi ma anche luogo operoso di carità verso i più poveri con la nascita di una mensa per i fratelli più bisognosi.  
A corredo della notizia vi descriviamo le condizioni, gli impegni e i doveri che scaturiscono dal titolo  di basilica minore concessa alla chiesa cattedrale di Noto dalla congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei sacramenti la quale ha emanato nel decreto "Domus ecclesiae"  la normativa e le condizioni per ottenere il titolo di basilica minore.   Tra le condizioni richieste ne evidenziamo alcune: 
- La chiesa deve essere, nella diocesi, centro di vita liturgica e pastorale; 
- La chiesa deve godere di una certa celebrità in tutta la diocesi (ad esempio, quando in essa è custodita la reliquia insigne di un santo che viene venerato); 
- Deve essere congruo il numero di presbiteri dediti alla cura liturgico-pastorale (l’Eucarestia, la confessione)   Impegni e doveri della basilica in ambito liturgico-pastorale: 
- Nella basilica si promuove la formazione liturgica dei fedeli; 
- Le celebrazioni liturgiche si svolgono con grande cura; 
- Si promuove la partecipazione attiva dei fedeli nelle celebrazioni liturgiche; 
- Per sottolineare l’unità con la cattedra romana di Pietro, vi si celebrano, ogni anno, con particolare cura: la festa della cattedra di San Pietro, la solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, l’anniversario dell’elezione o dell’inizio del supremo ministero pastorale del Romano Pontefice.   Concessioni annesse al titolo di basilica minore: 
- Il particolare festeggiamento del giorno in cui viene annunziata, pubblicamente, la concessione del titolo di basilica minore: 
- Nei giorni indicati, i fedeli possono lucrare l’indulgenza plenaria (anniversario della dedicazione della basilica, giorno della celebrazione liturgica, solennità dei santi apostoli Pietro e Paolo, anniversario della concessione del titolo di basilica, una volta all’anno nel giorno stabilito dall’ordinario del luogo e nel giorno, liberamente scelto, da ogni fedele); 
- Sul timbro della basilica, sulla suppellettile e sugli stendardi si può usare il simbolo pontificio (chiavi incrociate); 
- Il rettore della basilica o chi la presiede, può usare la mozzetta di colore nero, con orli, occhielli e bottoni di colore rosso.

 

Redazione

Commenta la news

Per poter commentare i post devi essere registrato al sito di Ragusanews.com
Se sei già nostro utente esegui il Login nel form sottostante oppure registrati ora se non sei ancora registrato.
Se non ricordi più le tue credenziali di accesso clicca su recupera password.

La redazione di Ragusanews.com non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Ragusanews.com comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.