Attualità 14/01/2009 15:20 Notizia letta: 3044 volte

Il Genio Civile: inaccessibile la spiaggia di Bruca

http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-01-2009/il-genio-civile-inaccessibile-la-spiaggia-di-bruca-500.jpg

Scicli - Troppo pericoloso. Il Genio di Civile di Ragusa ha chiesto al Comune di Scicli di interdire del tutto l'accesso alla spiaggetta di Bruca, a causa del rischio di distacco del costone roccioso.

Giornate di superlavoro per l’ufficio di protezione civile del Comune di Scicli.  Durante le precipitazioni atmosferiche di questi giorni si sono aggravate le condizioni di precarietà di alcuni siti.

Sono stati registrati diversi crolli di muri lungo la Via Modica - Scicli, tra l'ex mattatoio e l'ex ghiacciaia, lungo la strada provinciale n. 54, nel tratto di competenza comunale.

Interdetto l'accesso nella stradella dietro la Plasticontenitor,  in contrada Arizza. Il ponte è pericolante. Si è creata una voragine di un metro di diametro e c’è il rischio che l’opera di ingegneria crolli.

Allagata anche la stradella “pantano Arizza”. Intanto, la giunta comunale ha chiesto la dichiarazione dello stato di calamità naturale per la strada regionale 76, Scicli-Case San Francischiello, ovvero la via Lodderi, da considerarsi chiusa al traffico. Motivo della richiesta, i continui crolli di massi che si registrano lungo il costone roccioso.

Intanto, gli abitanti della via Timponello, al quartiere di San Bartolomeo, si dicono preoccupati per il rischio che altre abitazioni abbandonate possano rovinare dopo quella che è crollata due notti fa.

A San Bartolomeo il problema è particolarmente sentito. Sono parecchie le case abbandonate che rischiano di crollare sotto i fendenti delle precipitazioni atmosferiche. “Ci sentiamo continuamente a rischio, dice una signora dopo aver assistito al crollo della casa abbandonata mercoledì notte”.

All’ordine del giorno dei siti da mettere in sicurezza, prima della stagione estiva la spiaggetta di Bruca. Da cinque anni a questa parte il sito è particolarmente pericoloso. Diversi distacchi si sono registrati e la scaletta usata per raggiungere la spiaggia è stata chiusa al’accesso pedonale. Un quadro clinico che non deve destare allarmismo, quello che si registra in città, ma serve una capillare informazione circa i rischi, cui vanno incontro gli ignari cittadini.

E servono finanziamenti extra sacco dalla Protezione Civile per porre rimedio a queste emergenza che attentato alla sicurezza della popolazione.

Ecco il dossier fotografico.

La scogliera di Bruca, a rischio crolli. La spiaggia è stata dichiarata inaccessibile.

Il ponte di Trillalici, in contrada Arizza, dietro Plasticontenitor

La voragine del ponte di Trillalici

Allagamento stradella Pantano Arizza