Sanità

On. Ragusa: Disastro Sanità Iblea

L'on. Orazio Ragusa ha presentato un'interrogazione parlamentare urgente a risposta scritta all'Assessore regionale alla Sanità Roberto La Galla:
"La sanità iblea versa ormai in una condizione di intollerabile inefficienza per la mancata esplicazione di servizi essenziali a causa della mancata proroga dei contratti del personale preposto, il rischio di una chiusura riguarda i seguenti servizi sparsi per i vari poli sanitari della Provincia di Ragusa:
Laboratori d'analisi, Ostetricia, Chirurgia, Pediatria, Neurologia, Medicina dello sport, servizi di Farmacia all'interno dei poli ospedalieri, Pronto Soccorso. Ciò è ancora più incomprensibile solo che si voglia considerare che l'impegno sottoscritto dal Direttore generale della Ausl n. 7, Fulvio Manno, il 29 marzo 2007 sulla negoziazione della scheda di finanziamento 2007 per l'Azienda Sanitaria Locale n. 7 di Ragusa, la quale prevede un impegno di spesa per i costi del personale pari a ? 133.054.000,00, consenta di poter coprire finanziariamente per intero il costo di tutti i servizi necessari e sufficienti a garantire un corretto e soddisfacente funzionamento della sanità iblea per l'anno corrente. - Secondo l'on. Orazio Ragusa - non è chiaro il motivo per cui il Direttore generale della Ausl n. 7, vista la situazione di assoluta ed oggettiva emergenza, non chiede la proroga dei contratti (semestrali, ottomestrali od annuali) del personale preposto ad espletare i sopra detti servizi, dando seguito alle disposizioni in materia emesse dall'Assessore alla Sanità nel mese di maggio di quest'anno.
Visto che risulta incomprensibile l'atteggiamento tenuto dal Direttore generale della Ausl n. 7 di Ragusa rispetto al profilarsi di un vero e proprio disastro sanitario in Provincia, a fronte di una situazione finanziaria che non presenta, almeno secondo i dati ufficiali, elementi di preoccupazione, l'on. Ragusa ha ritenuto di voler chiedere all'Assessore La Galla:
- Se non ritenga urgente una verifica dell'operato del Direttore generale della Ausl n. 7 di Ragusa in merito alla mancata proroga dei contratti dei medici e del personale che devono garantire i servizi necessari e sufficienti per un corretto e soddisfacente funzionamento della sanità secondo gli standard previsti dalla normativa nazionale.
- Se non valuti, altresì, urgente un chiarimento circa la capacità finanziaria della Ausl n. 7 di Ragusa a sostenere i predetti servizi essenziali, tenuto anche conto del fisiologico aumento di richiesta di assistenza da parte dei cittadini e dei turisti nei mesi estivi, in ordine alle somme previste dalla negoziazione sottoscritta dal Direttore generale della Ausl n. 7 il 29 marzo 2007 nella scheda di finanziamento per il 2007.
- Se non reputi urgente chiarire se esistono altre modalità di impiego delle somme accantonate per il personale, fin ora non rese note dal Direttore generale della Ausl n. 7, dando conto pubblicamente dei motivi che interdicono l'azione del Direttore generale rispetto al rinnovo dei sopra detti contratti."

Ufficio di segreteria

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif